Poliziotto ucciso da un gallo da combattimento: «Morto dissanguato per recisione dell'arteria»

Mercoledì 28 Ottobre 2020
Poliziotto ucciso da un gallo da combattimento: «Morto dissanguato per recisione dell'arteria»

Un poliziotto è stato ucciso da un gallo da combattimento, durante un blitz delle forze dell'ordine che avevano interrotto un evento clandestino. È accaduto lunedì scorso nella provincia di Samar del Nord, nelle Filippine.


 

A darne notizia, tra gli altri, c'è anche L'Unione Sarda. L'agente Christian Bolok è stato colpito alla coscia dalla lama attaccata alla zampa dei galli per i combattimenti, il taglio gli ha reciso l'arteria femorale ed è morto dissanguato durante il trasporto in ospedale. I combattimenti tra galli sono consentiti nelle Filippine, ma a causa dell'emergenza coronavirus, tutti gli eventi erano stati vietati. Qualcuno, però, continuava a organizzarli clandestinamente.

La notizia ha lasciato sotto choc tutto il paese, a cominciare dai rappresentanti delle forze dell'ordine. Arnel Apud, capo della polizia provinciale, ha dichiarato: «Quando l'ho saputo, non potevo crederci. In 25 anni di carriera è la prima volta in cui perdo un uomo per lo 'sperone' di un gallo da combattimento».​

Ultimo aggiornamento: 18:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA