Funzionario di polizia sospeso perché no-vax: va all'hub vaccinale e chiama i carabinieri

Mercoledì 12 Gennaio 2022
Funzionario di polizia sospeso perché no-vax: va all'hub vaccinale e chiama i carabinieri

Poliziotto no-vax sospeso, va nell'hub vaccinale e chiama i carabinieri. Ha dell'incredibile quanto avvenuto a Bologna a un funzionario di polizia, il vicequestore aggiunto Giuseppe Accroglianò, che è stato sospeso per non aver aderito all'obbligo vaccinale come previsto dal decreto del presidente del Consiglio Mario Draghi per i dipendenti pubblici.

 

 

 

 

Secondo quanto scrive il quotidiano Il Resto del Carlino, confermato all'ANSA da fonti della Questura guidata dal Questore Isabella Fusiello, nei giorni scorsi Accroglianò, numero due dell'ufficio delle Volanti, è inoltre andato all'hub vaccinale di Casalecchio con un avvocato, facendo una serie di domande al medico di turno sulla validità del vaccino, su eventuali problemi e sul contenuto. A un certo punto, insoddisfatto delle risposte, il poliziotto ha chiamato i carabinieri telefonando al 112.

 

All'arrivo dei militari il funzionario si è qualificato e ha ripreso con le domande. «Abbiamo fatto intervenire il responsabile dell'hub - ha detto il dg dell'Ausl Paolo Bordon - lo abbiamo messo in contatto con la dirigente di tutti gli hub vaccinali. Insomma, ci siamo messi a sua completa disposizione. Ma nonostante questo, non era per lui sufficiente. Così ha ripreso il foglio e se n'è andato via». L'episodio è finito in una relazione inviata al Questore. Il funzionario risulta sospeso per la mancata vaccinazione, non per quanto accaduto all'hub.

© RIPRODUZIONE RISERVATA