Fuma in cabina e l'aereo rischia
di precipitare, guai per il co-pilota

Fuma in cabina e l'aereo
rischia di precipitare,
guai per il co-pilota
Voleva fumare la sua sigaretta elettronica in cabina, violando una legge del 2006, ma a causa di un clamoroso errore ha rischiato di far precipitare l'aereo, facendolo scendere di 6500 metri in pochi secondi. Per questo motivo un co-pilota della compagnia aerea Air China è stato arrestato e indagato, oltre ad essere stato sottoposto ad un'azione disciplinare interna.

Sexy starlet lasciata alla guida di aereo di linea: licenziati i due piloti, traditi da un video



Secondo quanto riportato dalla CNN, l'uomo, senza avvisare il pilota, aveva deciso di disconnettere il riciclo dell'aria per evitare che il vapore della sigaretta elettronica potesse arrivare ai passeggeri. Per un clamoroso errore, però, il co-pilota ha chiuso del tutto l'aria condizionata, provocando la caduta delle maschere di ossigeno nei vari sedili dei passeggeri di un volo che da Hong Kong stava portando alla città cinese di Dalian.

L'ente responsabile dell'aviazione civile cinese ha spiegato che la caduta delle maschere d'ossigeno sia stata attivata automaticamente a causa dei bassissimi livelli causati dalla perdita improvvisa di quota. Solo dopo aver riattivato l'aria condizionato, l'aereo, sottoposto a ben più di una turbolenza nel tentativo di risalire.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 16 Luglio 2018, 15:12 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2018 16:06

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO