Perugia choc, ragazza di 15 anni denuncia uno stupro: «Violentata da un amico con cui era andata a bere»

Perugia choc, ragazza di 15 anni denuncia uno stupro: «Violentata da un amico con cui era andata a bere»
Perugia choc, ragazza di 15 anni denuncia uno stupro: «Violentata da un amico con cui era andata a bere»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Giugno 2020, 10:05 - Ultimo aggiornamento: 11:23

Orrore a Perugia dove una ragazza di appena 15 anni ha denunciato di aver subìto uno stupro mentre si trovava nel centro storico: è accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì. La notizia è riportata dai giornali locali: per ricostruire quanto è successo stanno indagando i carabinieri. La ragazza è ora ricoverata in ospedale con una prognosi di 40 giorni.

LEGGI ANCHE: Foto di 179 donne rubate su Facebook e pubblicate sui siti porno: la scoperta grazie a un programma in tv

La giovane, scrive il Corriere dell’Umbria, è ricoverata all’ospedale Santa Maria della Misericordia: la violenza sarebbe avvenuta intorno alla mezzanotte nella centralissima via Bontempi, vicino piazza Danti. L’aggressore non sarebbe uno sconosciuto ma un ragazzino di pochi anni più grande di lei, appena maggiorenne, che lei conosceva.

LEGGI ANCHE: Donna travolta da una macchina questa mattina, inutili i soccorsi, è morta sulla strada

La ragazza è stata soccorsa da un'ambulanza nel cuore del centro storico perugino. Condotta in ospedale ai medici - emerge dalla ricostruzione dei quotidiani - ha riferito la violenza ed è stato quindi attivato il percorso protetto del 'codice rosa' con l'intervento dei carabinieri. Sentita dai militari la quindicenne avrebbe già indicato il nome del suo presunto aggressore: con lui - scrive la Nazione - avrebbe prima bevuto qualcosa e poi fatto una breve passeggiata in centro. Quanto successo poi è ancora al vaglio del personale dell'Arma.

AL VAGLIO DICHIARAZIONI Stanno ricostruendo quanto successo partendo dalle dichiarazioni della quindicenne che ha denunciato di essere stata violentata nel centro di Perugia, gli inquirenti del capoluogo umbro impegnati a fare luce su quanto successo nella notte tra mercoledì e giovedì. L'indagine è condotta dai carabinieri coordinati dal procuratore aggiunto Giuseppe Petrazzini. Gli accertamenti hanno confermato che la ragazza conosceva il suo presunto aggressore. Non è però ancora chiaro quali fossero i rapporti tra i due. Massimo riserbo sulla possibilità che il ragazzo, forse maggiorenne, indicato dalla quindicenne possa essere stato già sentito dagli investigatori. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA