Escono dalla discoteca e spariscono nel nulla: ricerche di due ventenni. Il segnale del cellulare di lei

Calmasino, coppia di 20enni scomparsi
Calmasino, coppia di 20enni scomparsi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Ottobre 2022, 21:56

CALMASINO (VERONA) - Coppia di 20enni scomparsi da due giorni, ricerche disperate per trovarli. I due si erano allontanati dalla discoteca "Amen" di Verona, alle Torricelle. Da quel momento dei due non si è più saputo nulla. Il cellulare della ragazza ha agganciato una cella nella zona del Lago di Garda, poi il silenzio. Lei è Sofia Mancini e si è allontanata su una Fiat 500 bianca, targata 1AY4101 (Repubblica Ceca) con l'amico Francesco D'Aversa. 

Le ricerche

Dal primo pomeriggio di oggi, 19 ottobre, i vigili del fuoco sono impegnati per la ricerca: la ragazza, residente a Costermano, è stata appunto vista per l'ultima volta nella notte di martedì 18 allontanarsi in compagnia del ragazzo. Da quel momento si sono perse le tracce di entrambi. Organizzato il campo base in via dell'artigianato a Calmasino e dall'unità di comando dei vigili del fuoco con la presenza di operatori della topografia applicata al soccorso. La task force per coordinare le ricerche dei due ragazzi ha visto impegnato anche l'elicottero Drago 149 che ha sorvolato la zona a lungo, ma senza i risultati. Attivato anche il sistema di localizzazione dei cellulari e nella zona del lago di Garda compresa tra Calmasino, Lazise e Bardolino è stato agganciato per l'ultima volta il cellualre della giovane. Sul posto anche gli operatori del Sistema aeromobile a pilotaggio remoto e i nuclei cinofili oltre al personale di Bardolino e Verona e i Carabinieri. Le ricerche proseguiranno per tutta la notte in particolare nelle zone di Bardolino, Calmasino, Lazise, Peschiera del Garda, Pastrengo e limitrofe.

Chi sono i due scomparsi

Sofia Mancini ha 19 anni e vive a Costermano con la sua famiglia, genitori commercianti e un fratello. E' alta 1,75, ha i capelli molto lunghi color castano chiaro. Era andata in discoteca vestita con una maglietta bianca e un paio di jeans. Indossava anche un cappottino dai colori vivaci e una borsetta nera. Francesco D'Aversa ha 20 anni e vive a Verona dove lavora come pizzaiolo al don Peppe delle Corti Venete ed era in ferie da domenica, sarebbe dovuto rientrare al lavoro lunedì 24 ottobre.  Al lavoro di lui non hanno più avuto alcuna notizia. Originario di Taranto, il ragazzo frequentava Sofia da qualche giorno, non si erano quindi conosciuti all'interno della discoteca nè la stessa sera. 

Le ultime tracce

I due avevano scelto di passare la serata nella discoteca Amen delle Torricelle a Verona. Da lì sono poi usciti e si sono spostati in direzione del lago di Garda raggiungeno Desenzano, nella sponda bresciana. Sono poi rientrati nel veronese e lì, nel territorio di Calmasino, sono stati agganciati per l'ultima volta i loro cellulari. Nella zona al momento non è stata però trovata né l'auto sulla quale viaggiavano né i cellulari che dopo la localizzazione non sono più stati accesi. Anche quando sono stati agganciati, sono rimasti in funzione per pochissimo tempo. Nel pomeriggio di ieri, 18 ottobre, si è acceso solo quello di lei e poi è stato subito spento. Il tempo di dare l'indizio che si trovassero nella zona tra Lazise e Bardolino, sempre sul lago di Garda. 

L'appello per Sofia del sindaco

Il comune di Costermano sul Garda attraverso il sindaco Stefano Passarini lancia un appello social  per ritrovare la ventenne Sofia Mancini. «Sofia è una nostra concittadina di cui non si hanno più notizie - scrive in un lungo post sul suo profilo Facebook - Si è allontanata con un ragazzo di nome Francesco. Si sono spostati a Desenzano del Garda e la loro cella telefonica è stata agganciata tra Calmasino e Lazise. Da quel momento non è più stato possibile rintracciare nessuno dei due numeri. Vi prego di segnalare qualsiasi avvistamento».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA