Si complica il parto in acqua in casa: morta neonata. Inutili i soccorsi, due ostetriche sotto inchiesta

Mercoledì 25 Agosto 2021
Si complica il parto in acqua in casa: morta neonata. Inutili i soccorsi, due ostetriche sotto inchiesta

PORDENONE - Un parto in acqua a casa, che doveva rappresentare un momento di gioia per una giovane coppia di cittadini statunitensi, si è trasformato in tragedia. La mamma, 21 anni, ha dato alla luce una bambina che si è presentata subito non reattiva e ipotonica. A nulla sono servite le manovre di rianimazione messe in atto da una delle due ostetriche presenti al parto e la disperata corsa con l'ambulanza del 118 al Santa Maria degli angeli, dove la piccola è stata dichiarata morta. Una tragedia avvenuta lunedì 23 agosto intorno alle 18.40 in un'abitazione del quartiere di Borgomeduna.

 

Parto in acqua in casa si complica, morta neonata

La giovane coppia ha scelto la strada della nascita casalinga e in acqua, senza dimenticare l'assistenza di personale specializzato, ovvero due ostetriche, da quanto appreso italiane. Certamente non si aspettavano un esito tragico e quando la piccola è nata, palesemente in condizioni disperate, le hanno subito praticato il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale e hanno proseguito fino all'arrivo degli operatori del 118, giunti sul posto pochi minuti dopo aver ricevuto la chiamata di soccorso. La neonata è stata imediatamente portata in ospedale, proseguendo le manovre di rianimazione, ma poco dopo ne è stato dichiarato il decesso.

Le indagini

Sull'episodio sta indagando la Procura che ha intanto disposto l'autopsia e il sequestro della placenta per capire qual è stata la causa della morte della neonata. Una delle due ostetriche presenti al parto è stata identificata e ora si cerca anche l'altra. Gli inquirenti vogliono anche sapere da quale ginecologo la giovane donna è stata seguita durante la gravidanza. La Procura dovrà mettere insieme tutti i pezzi e, da quanto appreso, per il momento non c'è ancora alcun avviso di garanzia, ma solo per il momento. Le indagini dovranno stabilire se c'era sofferenza fetale che un ospedale poteva essere accertata subito. La neonata poteva essere salvata? E cosa ne ha provocato la morte? Domande alle quali dovranno rispondere le indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA