A terra insanguinato, con un pallino di piombo nel cranio: è giallo a Teramo

Lunedì 4 Ottobre 2021 di Tito Di Persio
A terra insanguinato, con un pallino di piombo nel cranio: è giallo a Teramo

Un 57enne è stato trovato ieri mattina a terra privo di sensi e con la faccia insanguinata nei pressi di un’autodemolizione, in contrada Carapollo a Teramo. Una volta in ospedale i medici lo hanno sottoposto alla Tac e hanno scoperto che aveva un piombino conficcato nella testa. Il pm di turno ha aperto un fascicolo.

Sulle indagini c’è il massimo riserbo. Al momento tutte le ipotesi sono aperte, compreso quello del gesto estremo. Ma resta un interrogativo al quale gli investigatori ancora non riescono a dare una risposta: come mai la carabina ad aria compressa con cui è stato esploso il colpo era ad una decina di metri di distanza dal corpo dell’uomo e dietro una siepe?

L’allarme è scattato verso le 8 di ieri mattina. Qualcuno ha allertato il 118 dicendo che c’era in strada un uomo privo di sensi. Appena arrivato, il personale del 118 ha pensato inizialmente ad un malore. Ma dopo pochi minuti si è reso conto c’era qualcosa che non andava, allora hanno allertato le forze dell’ordine. Comunque, stando ad alcune indiscrezioni, pensavano ad un’aggressione, ma mai si sarebbero immaginati quanto scoperto dopo. I militari una volta sul posto iniziano a fare domande ai vicini e parenti del ferito. Nel contempo l’uomo era stata trasportato al pronto soccorso del Mazzini di Teramo in gravissime condizioni.

Una volta lì il personale medico, - sempre stando alle pochissime e frammentarie informazioni trapelate – nel cercare di capire con quale quale arma contundente il paziente era stato colpito - lo ha sottoposta a tac. Esame che ha fatto scoprire che l’uomo P.R., (le sue iniziali) residente a poca distanza da dove è stato rinvenuto e molto noto in città, aveva conficcato un pallino in piombo all’interno del cranio. Notizia che è stata subito trasmessa agli uomini delle forze dell’ordine che si sono messi alla ricerca dell’arma. Nel frattempo il 57enne è sottoposto ad un delicato intervento chirurgico di craniectomia sottodurale per l’estrazione del pallino. I carabinieri della compagnia di Teramo, titolari delle indagini, hanno requisito diversi filmati delle immagini di sorveglianza nella zona, comprese quelle dell’autodemolizione e di un’abitazione privata.

Ultimo aggiornamento: 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA