Orrore a Trasaghis: ex ristoratore trovato morto. Un'unica e profonda ferita da coltello sul corpo

Orrore a Trasaghis: ex ristoratore
trovato morto. Ferita da coltello
Orrore a Trasaghis: ex ristoratore
trovato morto. Ferita da coltello
TRASAGHIS - Tragedia familiare ha scosso Peonis, piccolissima frazione di Trasaghis, in provincia di Udine. Il paese è sotto choc. Un uomo è stato trovato morto nel pomeriggio di sabato 15 settembre con un'evidente ferita da arma da taglio in una casa di via Cjanet. Si tratta del 73enne Ivano Rizzotti, ex titolare di un ristorante a Pozzuolo. Sul posto il pm Elena Torresin della procura di Udine con il medico legale Antonello Cirnelli, oltre ai carabinieri. L'arma che lo ha ucciso è stata trovata nell'abitazione.

I PUNTI OSCURI E LE PISTE SEGUITE
Si è pensato subito ad un barbaro omicidio ma la vicenda ha presentato fin dai primi istanti molti punti oscuri e segni contraddittori, ancora da chiarire. L'attenzione degli investigatori si è inizialmente concentrata sui figli dell'uomo - trovati nella casa dell'orrore e rimasti all'interno con gli inquirenti - uno dei quali sarebbe un poliziotto sospeso dal servizio e con problemi di dipendenza da alcol. Da qui l'ipotesi che uno dei figli avesse litigato con il genitore e l'avesse ucciso in un momento di raptus. Ma questa pista è sembrata sempre meno certa, sull'intera vicenda ha cominciato ad aleggiare anche il sospetto di un suicidio.

LE DICHIARAZIONI DEGLI INQUIRENTI E L'IPOTESI DEL SUICIDIO
L'unica dichiarazione rilasciata dalla pm Torresin è stata la seguente: «Sono in corso accertamenti, al momento non escludono ipotesi suicidiaria, altro non posso dirvi». In serata è arrivato anche il commento del Procuratore Capo Antonio De Nicolo, che avalla ancora di più l'ipotesi del suicidio: «La dinamica è tutto compatibile con la quella suicidaria. Non c'è nessuna ragione per privilegiare un'ipotesi omicidiaria. Ciò non toglie che gli accertamenti continuino con l'audizione dei familiari ad opera della pm Torresin che si trova sul posto». Anche la moglie dell'uomo è stata ascoltata.

QUELL'UNICA E IMPRESSIONANTE FERITA SUL CORPO
Il medico legale durante le prime verifiche sul corpo della vittima ha trovato un'unica, profonda e ampia, ferita da arma da taglio con eviscerazione.

COSA E' ACCADUTO NELLE ULTIME ORE DI VITA DI RIZZOTTI?

Gli inquirenti nel frattempo cercano di ricostruire cosa sia avvenuto nella casa di via Cjanet da questa mattina fino al momento della morte di Rizzotti. Un litigio che possa aver portato l'uomo a compiere un folle gesto? Una depressione? Lo sconforto per qualcosa che ha saputo? Ogni dettaglio e parola dei familiari viene pesato ed esaminato attentamente dagli inquirenti, ma il puzzle ha tante tessere e solo nei prossimi giorni sarà probabilmente possibile ricostruirlo.
 
+++ TUTTI I DETTAGLI SUL GAZZETTINO IN EDICOLA DOMENICA 16 SETTEMBRE +++
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Settembre 2018, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 16-09-2018 15:22

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO