Omicidio di Carignano, il nuovo compagno di Barbara sotto choc: «Lui la trascurava, voleva separarsi»

Martedì 10 Novembre 2020

Potrebbe essere stata la gelosia la causa scatenante del delitto di Carignano, nel torinese. Alberto Accastello ha fatto irruzione nella casa in cui viveva la moglie Barbara Gargano e ha sparato a lei e ai loro due bambini, uccidendone uno e riducendo in fin di vita l'altra. Poi si è tolto la vita. L'uomo avebbe potuto maturare il folle gesto dopo aver saputo della relazione tra la moglie e un suo collega, anche se da tempo le cose tra i due non andavano.

LEGGI ANCHE: Omicidio a Torino, spara alla moglie, ai figli gemelli e al cane. Poi si uccide: morta la donna e uno dei bambini

Proprio a lui hanno pensato i carabinieri dopo aver visto cosa si era consumato in casa. Il quarantenne, collega di Barbara e suo compagno da circa due mesi, però non è stato coinvolto nel delitto. I due si erano conosciuti nel centro commerciale di Moncalieri in cui lavoravano, lei come segretaria, lui come addetto antincendio. Come riporta La Repubblica ora l'uomo è sotto choc e ha raccontato ai militari cosa le diceva Barbara del marito: «Lei si lamentava che lui la trascurava perché il marito pensava solo al lavoro. Non la portava mai fuori, non usciva mai con i bambini. E lei si era rivolta a un avvocato per le pratiche della separazione».

 

Forse Accastello non avrebbe accettato l'idea di separarsi dalla donna con la quale era sposato da 5 anni e dalla quale aveva avuto due figli. La donna avrebbe iniziato ad avere una relazione extraconiugale e avrebbe alla fine comunicato al marito la sua decisione di separarsi. Il nuovo compagno di Barbara racconta che l'uomo le avrebbe chiesto anche di avere un'altra opportunità, ma lei l'ha negata.

 

Amici e parenti sapevano della crisi di coppia, sapevano del nuovo compagno e dell'intenzione di separarsi, ma nessuno avrebbe mai immaginato che  Accastello fosse in grado di premeditare un omicidio suicidio, comprando una pistola e pianificando poi la morte della sua famiglia.

Ultimo aggiornamento: 15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA