Nonni uccidono il nipotino di 2 anni e gettano il corpo nella stufa: «Non sopportavano il suo pianto»

Giovedì 17 Dicembre 2020 di Alessia Strinati
Nonni uccidono il nipotino di 2 anni e gettano il corpo nella stufa: «Non sopportavano il suo pianto»

Strangolano il nipote perché piangeva troppo. Una coppia è accusata di omicidio dopo aver presumibilmente ucciso un bambino di 2 anni a causa del suo pianto insistente. I nonni hanno prima strangolato il piccolo, poi per far sparire il corpo hanno gettato il cadavere detro la stufa.

 

A fare la scoperta choc sono stati i genitori del piccolo Dima, Maria e Dmitry Shcherbakovy, di 20 e 25 anni. La coppia che vive in Russia era andata a casa dei nonni per prendere il figlio, ma hanno trovato solo i vestiti del bimbo. Uscendo di casa nel tentativo disperato di trovare il loro bambino hanno scoperto il cadavere carbonizzato tra la neve a -20 gradi.

 

Secondo quanto riporta il Sun i nonni, di 52 e 48 anni, si sarebbero "difesi" cercando di dare la colpa al povero bambino ai capricci del bambino e visto che il piccolo non voleva smettere di piangere lo hanno prima ucciso e hanno poi tentato di sbarazzarsi del corpo. La coppia è stata arrestata ed è in attesa di processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA