Cane muore precipitando dal settimo piano
«Stava inseguendo una mosca»

Martedì 23 Luglio 2019 di Gennaro Morra
A sinistra il parabrezza rotto della Chevrolet, a destra il cane dopo la caduta
Ieri mattina, in via II Traversa Divisione Siena, una strada limitrofa di viale Cavalleggeri d’Aosta nel quartiere Fuorigrotta, un cane di piccola taglia è precipitato giù dal settimo piano schiantandosi su un’auto parcheggiata nella strada di sotto. Il povero Ray, un prinscher di otto mesi, è atterrato su una Chevrolet Matiz ed è morto poco dopo l’impatto. Al momento dell’incidente l’animale era solo nell’abitazione, mentre la padrona di casa era fuori per una commissione. Di solito la famiglia cercava di non lasciare il cane da solo nell’appartamento, ma ieri la signora non ha potuto fare altrimenti e si è allontanata per mezz’ora.
 
Trenta minuti che sono stati fatali per Ray, che si è infilato in un piccolo spazio tra la persiana e il davanzale della finestra in cucina, che la proprietaria aveva lasciato leggermente aperta per far passare un po’ d’aria visto il gran caldo di questi giorni: «L’ho raccolto io ed è spirato tra le mie braccia – racconta Lello, portinaio del civico numero 7, dove abita la famiglia di Ray –. Non c’era sangue, credo si sia spezzata la spina dorsale. Probabilmente stava inseguendo una mosca, poi sarà salito sul tavolo e da lì sarà saltato sul davanzale. Quando sono cuccioli giocano in continuazione e spesso si divertono a cacciare gli insetti».
 
È ancora sconvolto Lello per quanto è accaduto, come lo è la famiglia che aveva accolto in casa l’animale appena nato. I genitori non hanno ancora avuto il coraggio di comunicare la triste notizia ai figli piccoli di 5 e 6 anni, mentre hanno ricevuto la solidarietà dal proprietario della Chevrolet: «La macchina si aggiusta, non è un problema – dice –. Ma ovviamente dispiace molto per il cane e i bambini». Ultimo aggiornamento: 18:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA