Positiva alla variante Delta al ritorno da Mykonos, 18enne racconta l'incubo su TikTok: «Io in quarantena»

Giovedì 5 Agosto 2021 di Giuliano Pani
Positiva alla variante Delta al ritorno da Mykonos, 18enne racconta l'incubo su TikTok: «Io in quarantena»

In viaggio di maturità a Mykonos in Grecia, dopo essersi goduta la vacanza in compagnia di amici, è risultata positiva al Covid-19. Il virus l'ha costretta a sottoporsi a quarantena al rientro in Italia e lei ha deciso di raccontare il suo incubo su TikTok.

 

Viaggio a Mykonos, cosa è successo

Una vacanza con i suoi compagni dopo l'esame di Stato. «Viaggio di maturità, alcol e divertimento», così la diciottenne tiktoker Juliette M. racconta il suo viaggio in compagnia dei suoi amici nell'isola greca di Mykonos. Ma una brutta sorpresa la attendeva al suo rientro in Italia: la giovane è risultata positiva alla variante Delta del virus, maggiormente trasmissibile rispetto alle altre mutazioni precedenti del Covid, che si diffonde in modo rapido proprio grazie agli assembramenti della movida estiva. 

 

 

Juliette decide di raccontare la sua esperienza e lo fa tramite la piattaforma musicale cinese TikTok. Qui si mostra durante le lunghe ore della quarantena e posta per i propri follower diversi video ironici in cui gioca sul contrasto tra i giorni di divertimento in Grecia e il suo conseguente isolamento forzato. «Quando vai a Mykonos, ti godi la tua vacanza, risulti positiva», scrive in un video. «Balla se sei chiusa in quantena in piena estate», aggiunge in un altro. 

 

@juliettee02

covid 😷 🦠##mykonos ##quarantine

♬ ahAAAAA HAHAAAA - ryn, the mean lesbian wifeguy

 

 

 

 

Coprifuoco e musica bandita

Mykonos, Ios e altre isole della Grecia, sono assediate dalla preoccupante diffusione di una nuova ondata di coronavirus. All'inizio di luglio a Mykonos le autorità sono state costrette a imporre un coprifuoco dall'1 alle 6 di notte e un divieto di musica nei locali dopo che i tassi di contagio sono saliti alle stelle. «Chiediamo ai residenti, ai turisti e agli imprenditori della nostra bellissima isola di seguire fedelmente le misure in modo che la diffusione del virus possa essere rapidamente controllata e Mykonos possa tornare alla normalità», aveva affermato  il vice ministro della Protezione civile Nikos Hardalias.

 

 

A Mykonos e Ios preoccupa la variante Delta

Negli scorsi giorni Atene ha deciso di inviare più agenti di polizia per intensificare i controlli anti-Covid, soprattutto nei locali frequentati dai più giovani sulle isole del turismo. Una mossa che arriva all'indomani dell'allarme lanciato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che ha contrassegnato le isole greche dell'Egeo meridionale in rosso scuro sulla sua mappa Covid-19 dopo un aumento delle infezioni, sconsigliando i viaggi non necessari.Il gruppo di 13 isole comprende le destinazioni greche più popolari per i turisti stranieri - tra cui molti italiani - che attirano milioni di persone ogni estate. 

 

 

Le autorità greche hanno già inviato 186 poliziotti a Mykonos, rispetto ai 56 dell'anno scorso, mentre altri 30 agenti sono stati dispiegati a Ios. Il viceministro della Protezione civile, Nikos Hardalias, ha riferito che le due isole sono «a un passo» da nuove restrizioni, mentre preoccupa anche la situazione nelle isole di Zante, Tinos, Lefkada, Santorini, Paros e Rodi. I timori riguardano soprattutto gli imprenditori locali che non rispettano le misure sanitarie volte a frenare la pandemia. «Mentre gli hotel e i locali per famiglie stanno implementando diligentemente i protocolli, c'è più congestione di quanto vorremmo vedere nei bar, specialmente tra il pubblico più giovane», ha detto al Guardian il ministro del Turismo greco Haris Theoharis.

 

 

Infezioni tra i giovani

Ed è proprio nei giovani tra i 20 e 30 anni che i tassi di infezione sono aumentati in Grecia, dove il turismo rappresenta quasi il 25% del Pil, e per le isole dell'Egeo è un settore vitale per riprendersi dalla crisi economica dovuta alla pandemia. La stagione estiva del 2021 è iniziata con il piede giusto per il Paese, dove gli arrivi sono aumentati del 130% rispetto allo scorso anno, quando c'è stato un calo dei visitatori del 75%. Il mese scorso, gli ingressi per le vacanze sono aumentati di «più del 400% rispetto a giugno dello scorso anno», ha riferito ancora Theoharis. Ma con la contagiosa variante Delta sempre più diffusa, aumentano le sfide per cercare di contenere le infezioni senza pregiudicare la stagione turistica, iniziata dopo che le autorità greche hanno promosso le isole come Covid-free. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA