Muore senza eredi e lascia il 90% dei suoi averi al canile di Milano: la maxi-donazione da 328mila euro

«Un gesto di una bellezza estrema», ha commentato l'assessora comunale Elena Grandi

Muore senza eredi e lascia il 90% dei suoi averi al canile di Milano: la maxi-donazione da 328mila euro
Muore senza eredi e lascia il 90% dei suoi averi al canile di Milano: la maxi-donazione da ​328mila euro
di Redazione web
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Maggio 2024, 11:21

«Lascio al canile comunale di Milano un importo pari al 90 per cento delle somme (liquide e investimenti di qualsiasi natura) esistenti presso gli istituti di credito alla data del mio decesso». Con queste poche parole, una signora milanese, deceduta il 4 novembre scorso e senza eredi, ha compiuto un gesto di straordinaria generosità nei confronti dei 150 cani ospiti del canile comunale di via Aquila. La donna ha donato esattamente 328.352 euro, ossia il 90% di ciò che possedeva.

L'eredità al canile

La notizia, riportata oggi dal Corriere della Sera nelle pagine locali, ha suscitato ammirazione e gratitudine. «Un gesto di una bellezza estrema - ha commentato l'assessora comunale Elena Grandi - Oltretutto è una bella boccata d'ossigeno, abbiamo tantissimi progetti e un lascito così è molto importante». La donazione rappresenta una risorsa preziosa per il canile, che attualmente ospita 150 cani, molti dei quali appartengono a razze considerate pericolose e quindi difficilmente adottabili. «Avere risorse in più - ha aggiunto l'assessora Grandi - ci consente di fornire più servizi e anche con una qualità più alta».

Nella delibera di giunta si legge che «il legato si acquista senza bisogno di accettazione» e che «l'amministrazione ha interesse a rispettare pienamente la volontà della signora, destinando la somma al canile municipale».

Questo garantirà che i fondi siano utilizzati esattamente come desiderato dalla benefattrice.

I precedenti

Non è la prima volta che il canile comunale di Milano riceve eredità da cittadini generosi. Tuttavia, non tutte le vicende si sono concluse senza complicazioni. L'ultimo caso, infatti, è finito in tribunale. Una signora morta a fine 2019 aveva destinato 900 mila euro al canile e a tre associazioni, ma successivamente è emerso un secondo testamento con un'unica ereditiera, lasciando al giudice la decisione finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA