Roma, morto 'Macistino', l'erede del clan Spada. Oggi i funerali, «pericolo carri e concerti neomelodici»

Giovedì 19 Dicembre 2019
Morto 'Macistino', l'erede del clan Spada. Oggi i funerali, «pericolo carri e concerti neomelodici»

Doveva essere l’erede del clan Spada, ma è morto a 33 anni: Enrico Spada, figlio di Ottavio Maciste - e soprannominato ‘Macistino’ - si è spento al San Camillo di Roma martedì notte, per una patologia cardiaca. Lo riporta il Messaggero in un articolo firmato da Mirko Polisano. Non potrà dunque essere lui a portare avanti gli “affari di famiglia” del clan, i cui vertici sono stati condannati e che per metà è già dietro le sbarre.

Enrico era il figlio di Ottavio Spada e nipote di Carmine e Roberto Spada (quello che diede una testata all’inviato Rai Piervincenzi, e che è stato recentemente condannato). ‘Macistino’ era stato assolto nel processo che aveva condannato i suoi parenti ed era tornato in libertà a settembre, ma dopo pochi mesi un problema cardiaco gli ha tolto la vita.

Ora le autorità sono preoccupate in vista dei suoi funerali, in programma oggi a Ostia alla parrocchia Sant’Agostino: Enrico era appassionato di canzoni neomelodiche e la Questura, per paura che si ripeta quanto già accaduto con alcuni funerali Casamonica (come quello di Vittorio, capostipite della famiglia imparentata tra l'altro proprio con gli Spada) ha vietato i fuori programma, tipo concerti e sfilate di carri.

Come scrive Il Messaggero, inizialmente si era pensato che qualche cantante neomelodico sarebbe arrivato a rendere omaggio a ‘Macistino’: magari proprio quel Tony Colombo che qualche mese fa ha sposato Tina Rispoli, la vedova del boss camorrista Gaetano Marino, un matrimonio che ha causato anche un’inchiesta dell’Antimafia.

Ultimo aggiornamento: 12:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA