Focolaio tra i migranti: 43 positivi al covid, scatta l'allarme

Giovedì 16 Luglio 2020
JESOLO 43 positivi nella sede della Croce Rossa

Il paziente zero è un nigeriano trentenne, in Italia da sei mesi, che doveva essere sottoposto a intervento chirurgico e con i test medici preliminari è stato trovato positivo al Coronavirus. Per questo sono stati effettuati i tamponi anche agli altri ospiti, tra il centinaio di africani che soggiornano al centro di Jesolo (Venezia) della Croce Rossa.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, superate le 35mila vittime in Italia: oggi altri 20 decessi e 230 casi positivi

Oltre un centinaio: tra questi 42 sono stati trovati positivi, compreso un operatore sociosanitario, tutti di età compresa tra i 20 e i 30 anni.

E' stato stabilito che rimarranno nella struttura solo 85 persone, tutte in quarantena, controllate a vista dal personale della Croce Rossa e delle forze dell'ordine, per almeno due settimane. Da stamani carabinieri e polizia perlustrano la zona.
 

Ultimo aggiornamento: 18:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA