Maltempo, nord flagellato: Milano allagata, in Liguria scuole chiuse per tempesta d'acqua

Maltempo, Milano allagata: nubifragi ed esondazioni nella notte. Scuole chiuse in Liguria per allerta meteo
Maltempo, Milano allagata: nubifragi ed esondazioni nella notte. Scuole chiuse in Liguria per allerta meteo
4 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Ottobre 2019, 08:52 - Ultimo aggiornamento: 09:59

Il maltempo s'è abbattuto sul Nord. Un nubifragio in corso dalla scorsa notte sta provocando grossi disagi a Milano, con gran parte della città allagata. Il fiume Seveso è vicino all'esondazione - è alla cosiddetta soglia di attesa 2 - con diverse zone a rischio, in particolare la 2 e la 9: i quartieri Isola, viale Zara e piazzale Istria. Moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco e della polizia locale per sottopassi e scantinati allagati, mentre in tante strade e piazze si sono accumulati diversi centimetri di acqua.

Leggi anche Impressionante tempesta di fulmini sull'Adriatico visibile da Roma a 200 chilometri di distanza

Sotto osservazione anche il fiume Lambro, nella zona nord-est della città, che però al momento non sembra destare preoccupazione. A causa del maltempo le strade sono molto trafficate - più dei soliti giorni e del lunedì quando vi è la piena ripresa del lavoro - e si sono sono formate lunghe code di macchine in più punti del capoluogo. Tra i disagi per i passeggeri e gli studenti anche la temporanea interruzione di una tratto della seconda linea metropolitana, la Verde, ma non per la pioggia. Un treno ha avuto problemi alla stazione Gioia e, dalle 7.20 alle 7.55, la circolazione è stata bloccata fra le stazioni di Caiazzo e Cadorna. Tutto però è poi rapidamente tornato alla normalità.


Leggi anche Allerta meteo, forti piogge e rischio alluvioni in diverse regioni: ecco quelle da bollino arancione

Leggi anche Mare d'autunno nelle Marche, turisti e residenti si godono un'altra giornata in spiaggia sul Conero

Tempesta d'acqua e fulmini nella Liguria centrale. Forti temporali si sono abbattuti prima dell'alba sulla Liguria centrale, la prevista coda della forte perturbazione che staziona sull'Europa centrale. Il peggioramento delle condizioni meteo è arrivato intorno alle quattro del mattino, con un temporale intenso che ha colpito il Ponente e che poi ha toccato tutta la costa con pioggia torrenziale e vento forte. A Genova e Savona, dove è in vigore l'allerta rossa, una tempesta di fulmini e acqua è iniziata quasi in contemporanea, poco prima delle 5. Esondati due rii nel savonese, poi rientrati negli argini. Vento forte con raffiche fino a 118 km all'ora. La Protezione civile segnala allagamenti nella zona dell'aeroporto di Genova. Il fronte della perturbazione si è poi spostato nel Tigullio. L'allerta è arancione nel levante e nel ponente ligure.

 
Allerta meteo in Liguria, scuole chiuse quasi ovunque. Non solo nella provincia di Savona e nel Genovese, le scuole domani con la Liguria in allerta meteo rossa al centro e arancione a Ponente e Levante resteranno chiuse quasi ovunque. Nella provincia di La Spezia, nonostante qui l'allerta sia arancione le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse quasi ovunque. Nel comune di La Spezia le lezioni si terranno in asili, elementari e medie, mentre resteranno chiusi gli istituti superiori. Scuole regolari a Santo Stefano Magra e Porto Venere con eccezione nella frazione Le Grazie. In provincia di Genova chiuse scuole, parchi e cimiteri a Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante, Lavagna per citare i comuni più importanti, tutti in allerta arancione. Va contro corrente il sindaco di Imperia Claudio Scajola: qui, con allerta arancione, scuole aperte rispetto alle chiusure di quasi tutti gli altri comuni imperiesi. Ma l'istituto Ruffini di Imperia ha deciso di rimanere chiuso ugualmente.
 
 


Fulmine abbatte crocefisso nello spezzino. Il crocefisso sul campanile della chiesa di Brugnato è stato abbattuto da un fulmine in seguito alla perturbazione che ha colpito il levante ligure. Forte il vento, con raffiche che hanno raggiunto i 118 km/h. «Fino ad ora - si legge in una nota della Regione Liguria - la velocità della perturbazione ha evitato conseguenze più pesanti sul territorio tra Varazze e la Valpolcevera, particolarmente fragile a causa delle precipitazioni dei giorni scorsi. Permane comunque una forte instabilità atmosferica e la possibilità di avere repentini innalzamenti dei torrenti. Rimane attivo il monitoraggio su tutta la regione». Piccola frana in località Carpenara, a Pegli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA