Martina, morta a Maiorca. Carlo Verdone
non testimonierà al processo, ecco perché

Martina, morta a Maiorca.
Verdone non testimonierà
al processo, ecco perché
L'attore e regista Carlo Verdone è stato tolto dalla lista testi stilata dall'avvocato Tiberio Baroni, che difende Alessandro Albertoni, uno dei due giovani a processo con l'accusa di morte in conseguenza di altro reato, in questo caso una tentata violenza sessuale insieme all'amico Luca Vanneschi. L'attore dunque non testimonierà in aula sul caso della morte di Martina Rossi, la studentessa genovese morta a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011 precipitando dal balcone.

Verdone testimone al processo? "Come in suo film"



L'avvocato Baroni aveva inizialmente indicato Verdone come possibile testimone per una presunta analogia da lui riscontrata tra un suo film e la vicenda di Martina, ma poi ha mutato strategia processuale. «La motivazione - ha spiegato Baroni prima di entrare in aula - è semplice: siamo di fronte a un processo mediatico e la decisione di chiamare un personaggio così conosciuto era legata alla volontà di dare una risposta altrettanto mediatica a quanto fino ad oggi è stato raccontato a livello nazionale».

Durante l'udienza odierna la presidente del collegio Angela Avila ha dichiarato infondate le eccezioni sollevate dai difensori di Albertoni e Vanneschi, sia il 'ne bis in idem' sia l'opposizione alle intercettazioni, che saranno invece 'in toto parte' del processo dopo l'ammissione all'utilizzo in aula.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted├Č 27 Marzo 2018, 14:30 - Ultimo aggiornamento: 27-03-2018 15:56

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO