Mangiava 20 calorie al giorno e stava per morire:
poi per la 18enne tutto è cambiato/Guarda

Jodie Leigh
Jodie Leigh
di Silvia Natella
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Novembre 2016, 16:51 - Ultimo aggiornamento: 20:14
I disturbi alimentari di Jodie Leigh, 18enne britannica di Yateley, nell'Hampshire, sono cominciati subito dopo la morte del suo migliore amico durante un brutto incidente stradale nel 2013. Jodie è diventata anoressica arrivando a pesare 32 kg. Per i medici era così magra che non sarebbe sopravvissuta.

 

Hey guys! Thankyou for all the support so far! Please check out my story in the sun and daily mail! http://www.dailymail.co.uk/femail/article-3889174/Five-stone-anorexic-survived-just-20-calories-day-shares-shocking-photos-inspire-seek-help.html https://www.thesun.co.uk/living/2085535/anorexic-5st-teen-whose-parents-were-told-shed-die-reveals-incredible-photos-of-her-recovery/

Una foto pubblicata da JodieLeighNeil (@miss_jodieleigh) in data:



Ogni giorno assumeva solo venti calorie, ma all'improvviso è scattato qualcosa dentro di lei e ha ricominciato a mangiare. Le immagini del suo incredibile recupero sono state documentate sui social. Il percorso è stato duro e difficile: Jodie ha sofferto di ansia e depressione e nel 2015 è stata ricoverata in ospedale. Veniva alimentata da una flebo e ha interrotto gli studi.
 
 

How can so many things go wrong when so many go right? #life #redlipstick #blondehair #highlights #contour #cheekyselfie

Una foto pubblicata da JodieLeighNeil (@miss_jodieleigh) in data:



Fondamentali per la ripresa gli amici che l'hanno aiutata a sconfiggere la paura del cibo. Oggi Jodie è in forma e nelle foto su Instagram è bella e sorridente. "In un momento ho capito tutto", ha detto la ragazza al Mirror.  Prima che si accendesse qualcosa nella sua testa è arrivata a litigare con i genitori, scagliandosi violentemente contro di loro, e ha subito un piccolo incidente nella vasca da bagno. "Mi sono chiesta persino se avessi il cancro". Ora è una ragazza nuova e non teme più il giudizio della gente.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA