Maniaca della pulizia, calci e pugni
al figlio di 9 anni: mamma a processo

Sabato 22 Settembre 2018 di L.M.
Maniaca della pulizia, calci e pugni al figlio di 9 anni: mamma a processo

FELTRE - Botte, insulti e troppi bagni al figlio minore, tanto da rendergli la vita impossibile. Una madre di 37 anni, fissata per l'igiene, è finita a processo per maltrattamenti aggravati a minore. Il processo si è aperto ieri, 21 settembre. Secondo l'accusa, la donna, tra l'estate del 2015 e l'autunno dell'anno successivo, si sarebbe resa responsabile di una serie di vessazione nei confronti del ragazzino, all'epoca di nove anni. Tra le sue manie c'era soprattutto quella della pulizia assoluta.

 È accusata inoltre di aver ripetutamente alzato le mani verso il figlio tirandogli sberle e pugni, arrivando persino a prenderlo a calci. Vietato pure uscire di casa per giocare con i suoi coetanei o di farli entrare in casa, perché vigevano le regole del pulito alle quali lui stesso doveva piegarsi con ripetute docce e bagni.
«Comportamenti iperprotettivi per eccesso di accudienza» li ha definiti il magistrato nel capo di imputazione.

Ultimo aggiornamento: 16:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA