Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Il cane guida puzza e fa paura»: i colleghi
della centralinista non vedente scioperano

«Il cane guida puzza e fa paura»: i colleghi della centralinista non vedente scioperano
2 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Settembre 2016, 12:13 - Ultimo aggiornamento: 15:26
Da sette anni è Mindy, una femmina di labrador, a guidare in ogni momento della giornata Lucia, 31enne pescarese non vedente che dal 2011 lavora come centralinista all'Ausl. Ora, però, quel cane così indispensabile rischia di diventare una vera e propria grana, a causa delle rimostranze di alcuni colleghi.

A TgCom24 Lucia Di Mascio ha raccontato la propria vicenda: «Mindy non è mai stata un problema, anche perché avevo una stanza tutta per me. C'è però stato un allagamento che l'ha resa inagibile, e dall'inizio di settembre lavoro in una stanza insieme ad altri quattro centralinisti, e loro non tollerano la presenza di Mindy». Il cane, secondo i colleghi di Lucia che l'8 settembre scorso hanno protestato rimanendo nei corridoi degli uffici, puzzerebbe e spaventerebbe tutti.

Lucia non ci sta: «Mindy per me è indispensabile, e non è vero che fa paura o puzza. Per legge i cani guida possono entrare negli uffici pubblici e in giro per Pescara, anche nei negozi o sui mezzi pubblici, nessuno si è mai lamentato della sua presenza. Chiedo solo di poter lavorare in condizioni normali e con Mindy». Lo spinoso caso è giunto fino al direttore amministrativo dell'Ausl di Pescara, Paolo Zappalà, che ha annunciato: «Entro 45 giorni troveremo la soluzione per venire incontro sia a Lucia, sia ai suoi colleghi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA