L'idea del sindaco: «9.000 euro
alle famiglie che vengono a vivere qui»

«Vi regaliamo 9.000 euro
se venite a vivere qui»: ecco
il paese dove trasferirsi subito
Un bonus di tremila euro all'anno, per tre anni, per ogni famiglia che decide di spostare la residenza nel territorio comunale e iscrivere i figli nelle scuole del paese. È la singolare iniziativa varata dal sindaco di un comune, quello di Locana (Torino), a forte rischio di spopolamento.

"Bonus di 2.000 euro a chi viene a vivere qui e affitto a 50 euro": il paese dei balocchi esiste



Situato ad un'altitudine di 613 metri, immerso nei territori del Parco Nazionale del Gran Paradiso, il comune di Locana, a 62 chilometri da Torino, è il più esteso di tutta la provincia ma anche uno dei più bassi per densità di popolazione. Molte famiglie, infatti, nei decenni passati sono andate via per trasferirsi nelle grandi città, Torino in primis, e ora il sindaco Giovanni Bruno Mattiet ha deciso di offrire questo bonus per le famiglie disposte a trasferirsi nel suo comune. A darne notizia, tra gli altri, è La Stampa.

Il bonus famiglia, che ammonta complessivamente a novemila euro in tre anni, ha una particolarità: il reddito familiare Isee non ha un tetto massimo, bensì un limite minimo, pari o superiore a settemila euro all'anno. Gli altri requisiti sono che le famiglie devono essere residenti in Italia da almeno cinque anni e i figli devono essere iscritti alle scuole del territorio comunale. «Solo così eviteremo di perdere il patrimonio socioculturale costituito dalla presenza delle scuole, con conseguente ulteriore spopolamento», spiega il primo cittadino, che ha varato anche altre iniziative per incentivare il ripopolamento del paese. Locana, che agli inizi del Novecento aveva seimila abitanti, ha visto una drastica riduzione anche in questi ultimi anni: erano oltre 1700 nel 2007, dieci anni più tardi la popolazione è scesa a 1450 residenti. Un effetto, quest'ultimo, dovuto non tanto alle partenze, quanto al crollo delle nascite.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 18 Maggio 2018, 13:08 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2018 13:49

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO