Infermiera iniettava morfina ai bimbi appena nati, arrestata per tentato omicidio

Giovedì 30 Gennaio 2020
Infermiera iniettava morfina ai bimbi appena nati, arrestata per tentato omicidio

Iniettava morfina ai bambini appena nati. Un'infermiera tedesca di 28 anni è stata arrestata alla polizia locale di Ulm, nella regione di Baden Wuerttemberg, nella Germania sud-occidentale con l'accusa di tentato omicidio. La donna, senza alcuna prescrizione medica, avrebbe somministrato morfina a dei bambini molto piccoli, rischiando di compromettere gravemente la loro salute.


LEGGI ANCHE:

La refurtiva è in vendita su internet, ma i carabinieri arrivano prima: acciuffato il ladro


A far scattare i controlli sono state le segnalazioni da parte di alcuni genitori di malori dei bambini. I casi hanno insospettito le autorità che, come riporta la stampa locale, hanno fatto partire un'indagine. I piccoli avrebbero accusato contemporaneamente gravi problemi respiratori e le successive analisi cliniche hanno rilevato la presenza di sostanze sedative nel loro sangue. I casi riguarderebbero nello specifico 5 neonati, tutti prematuri, nati pochi giorni prima di Natale, il più piccolo di un giorno e il più grande di un mese di vita.

Ad incastrare l'infermiera ci sarebbero delle prove sciaccianti, come la presenza di una siringa con morfina nel suo armadietto ma la 28enne ha sempre negato ogni accusa. La clinica si è scusata con i suoi utenti e ha allontanato la sua dipendente che dovrà ora essere sottoposta a un processo. 
 

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA