Incidente fra moto e auto ad Agugliaro: famiglia distrutta. Muoiono mamma e bimba, feriti il papà e l'altro figlio. Deceduto il centauro

Incidente in via Ponticelli, feriti l'uomo alla guida e l'altro suo figlio di 4 anni

Tragedia ad Agugliaro: schianto fra auto e moto: tre morti, una mamma con la sua bambina e il centauro
Tragedia ad Agugliaro: schianto fra auto e moto: tre morti, una mamma con la sua bambina e il centauro
di Redazione Web
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Marzo 2022, 12:08

Incidente mortale ad Agugliaro, un comune del Basso Vicentino non lontano dal confine con la provincia di Padova. Il bilancio è tragico: sono tre le persone morte, tra le quali una bambina di 7 anni. L'incidente mortale è avvenuto oggi, domenica 27 marzo 2022, poco dopo le 11, in via Ponticelli. A scontrarsi una moto e un'auto Nissan, in prossimità di un incrocio. Sulla vettura viaggiava una famiglia vicentina di Ponte di Barbarano composta da padre, madre e due figli, un maschietto di 4 anni e la sorellina di 7.

Le vittime

L’urto è avvenuto sul lato destro della Nissan dove sedevano Linda Pironato e sua figlia Noemi Dal Maso, morte praticamente sul colpo. Nulla da fare nemmeno per il giovane motociclista, deceduto a sua volta sull’asfalto. Francesco Dal Maso e il bambino più piccolo, di 4 anni, sono invece sopravvissuti, ma sono stati trasportati al San Bortolo di Vicenza. A causa dell’esplosione dei vetri, infatti, l’uomo aveva il volto insanguinato. Il figlioletto è stato ricoverato nella Terapia intensiva pediatrica, per essere sedato a causa del terribile choc riportato nel veder morire la madre e la sorellina.

La dinamica dell'incidente

L'esatta dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco, alla polizia locale e al Suem. Secondo una prima ricostruzione, sembra comunque che all'origine del dramma ci sia stata una mancata precedenza. La disgrazia si è consumata infatti, alle 11.15, all'incrocio fra la strada comunale che esce dal centro del paese e la provinciale via Ponticelli in direzione della Riviera Berica, in un tratto in cui è indicato un limite di velocità di 70 chilometri orari. Francesco Dal Maso, imprenditore di 43 anni, al volante della Nissan si sarebbe immesso sull'arteria principale, evidentemente senza accorgersi che proprio in quel momento stava sopraggiungendo la due ruote, malgrado in quel momento la visibilità fosse ottima secondo i riscontri delle forze dell'ordine. In sella alla motocicletta c'era il giovane Filippo Bracesco. L'impatto è stato inevitabile e tremendo, al punto da far retrocedere la macchina in mezzo al crocevia. Sulla scena sono presto arrivati i genitori di Filippo Bracesco, straziati dal dolore.

 

La strada SP 7 è stata chiusa al traffico per consentire i soccorsi e i rilievi dei carabinieri del grave sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili dl fuoco sono terminate alle 15.

LEGGI ANCHE 

Si ribalta con l'auto, una giovane donna ricoverata in eliambulanza a Torrette. È in gravi condizioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA