Green pass, per i senatori senza certificato dal 15 sospensione e taglio della diaria

Mercoledì 13 Ottobre 2021
Green pass, per i senatori senza certificato dal 15 sospensione e taglio della diaria

Green pass in Parlamento, per i senatori senza certificato verde dal 15 ottobre scatta la sospensione e il taglio della diaria. Nel frattempo "l'Alternativa c'è" fa ricorso alla Consulta contro l'obbligo del Green pass. Un ricorso diretto alla Corte costituzionale, dunque per conflitto di attribuzione: è quanto si apprestano a fare i parlamentari della componente de «l'Alternativa c'è», per contestare l'adozione in Parlamento dell'obbligo di Green pass. Con il ricorso Ac non intende, viene spiegato, colpire solo la delibera della Camera dei deputati che ha introdotto l'obbligo del pass ma lo stesso impianto del decreto legge sull'obbligo nei posti di lavoro.

 

 

Senato: controlli al via dal 15 ottobre

«Il Senato si è adeguato alla normativa generale sull'obbligo del green pass. Da venerdì 15 ottobre scatta l'obbligo di esibire la certificazione verde Covid-19, rilasciata in conformità alle disposizioni vigenti, per accedere alle sedi del Senato. Per i senatori che dovessero violare l'obbligo della certificazione sono previste sanzioni, tra cui la sospensione fino a 10 giorni, con il relativo taglio della diaria, che verrà disposta dal Consiglio di presidenza. La verifica della certificazione verrà effettuata mediante l'utilizzo della app Verifica C19 con l'impiego di dispositivi digitali di proprietà del Senato della Repubblica». È quanto si legge in una nota congiunta dei senatori questori Antonio De Poli, Laura Bottici e Paolo Arrigoni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA