Green pass tatuato sul braccio, Andrea, 22 anni: «Così ce l’ho sempre con me, l'ho provato e funziona»

Sabato 21 Agosto 2021
Si fa tatuare il Green pass sul braccio, Andrea, 22 anni: «Così ce l ho sempre con me».

 

Quando gli chiedono il Green pass, lui esibisce il braccio perché lì si è fatto tatuare il QR code. Non rischia certo di dimenticare a casa o di perdere il suo certificato verde, Andrea Colonnetta, 22 anni, di Reggio Calabria, studente di Scienze economiche. Il ragazzo ha deciso di farsi tatuare il Green Pass sul braccio, quando glielo chiedono, come previsto, in luoghi chiusi lui sfodera il braccio. E il lettore ottico lo legge pure. Il tatuatore, Gabriele Pellerone, ha riprodotto esattamente il labirinto di puntini e segni che compone il codice Qr. Andrea ha raccontato la sua scelta su Instagram (dove sta anche ricevendo insulti per questo), ed è diventato famosissimo.

Si fa tatuare il Green pass sul braccio

Il tatuaggio appare nella parte interna del braccio, sopra l'avambraccio e sotto la spalla. «È stato come dipingere un momento particolare della mia vita. Ho voluto rappresentare le difficoltà del momento attraverso un tatuaggio che resterà indelebile e rappresenterà un periodo storico della mia esistenza». Chi lo prende in giro gli ha scritto: «Ma lo sai che tra nove mesi scade?». Ma Andrea non si scompone e spiega: «Non capisco perché ti preoccupi più tu di me di questa cosa». Altri invece ci vanno giù pesanti con insulti, anche di stampo antisemita. 

 

Il test nel locale

Andrea e Gabriele hanno testato il Green pass andando al McDonald’s: hanno dovuto insistere per convincere la persona all’ingresso del locale a scansionare il Qr sul braccio. 

Perché un tatuaggio così? Per ricordare questo periodo, ha spiegato Andrea. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA