Google gli accredita (per sbaglio) 250mila dollari, lui non riesce a restituirli: «Se non li rivolete, per me è ok»

Google gli accredita (per sbaglio) 250mila dollari, lui non riesce a restituirli: «Se non li rivolete, per me è ok»
Google gli accredita (per sbaglio) 250mila dollari, lui non riesce a restituirli: «Se non li rivolete, per me è ok»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 21:59

Un ingegnere informatico americano, esperto di cybersecurity, ha avuto un'incredibile sorpresa. Aprendo il suo conto corrente si è accorto che gli erano stati accreditati 250mila dollari da parte di Google, senza però alcun motivo. Una fortuna di cui, Sam Curry, non ha voluto approfittare, forse anche per la notorietà del suo creditore. 

Il paradosso

Proprio per questo, Sam Curry, ha provato a contattare in tutti i modi il colosso del web per segnalare l'anomalia. Ma sembra proprio che Google non rivolesse i propri soldi, in quanto non ha mai ricevuto una risposta. Così Curry ha postato su Twitter l'immagine della transazione avvenuta aggiungendo con ironia: «Se non li volete, per me è ok».

Nessuna risposta

«Sono passate poco più di tre settimane da quando Google mi ha inviato accidentalmente 249.999 dollari - ha raccontato Curry nel suo tweet -, ma non ho ancora avuto notizie dal ticket di supporto». A quel punto l'uomo si è concesso una battuta taggando la stessa azienda: «Se non li rivolete indietro, per me è ok».

Il lieto fine

Complice forse il tweet divenuto subito virale e la risonanza che in America ha avuto la notizia, Google ha risposto all'ingegnere. «Il nostro team ha recentemente effettuato un pagamento a un beneficiario sbagliato a causa di un errore umano. Apprezziamo il fatto che ci sia stato comunicato rapidamente dall'interessato e stiamo lavorando per correggerlo», ha confermato un referente dell'azienda. Una buona notizia per l'uomo che sicuramente ha avuto paura di incorrere in guai legali e che, finalmente è riuscito ad attirare l'attenzione del colosso del web.

© RIPRODUZIONE RISERVATA