Incubo pedopornografia: scattano
le manette per un giudice a Messina

Lunedì 2 Ottobre 2017
Incubo pedopornografia: scattano le manette per un giudice a Messina

MESSINA - Un giudice in servizio alla Corte d'appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato, è stato arrestato dalla polizia a Messina per pornografia minorile.

Nei suoi confronti il Gip della città dello Stretto, su richiesta del procuratore Maurizio De Lucia e dell'aggiunto Giovannella Scaminaci, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. La notizia è stata confermata da fonti giudiziarie che non forniscono altri particolari a tutela delle vittime. 
Rischia la sospensione dalla funzione e dallo stipendio, con la collocazione fuori dal ruolo organico della magistratura, da parte della sezione disciplinare del Csm.

Il giudice presta servizio alla sezione penale del tribunale calabrese dal gennaio di quest'anno, in precedenza era stato alla sezione civile. Trascorsi i dieci anni previsti dalle norme del Csm, Amato era passato al penale dove ha fatto parte anche dei collegi in Corte d'assise ed alla sezione misure di prevenzione.

 

Ultimo aggiornamento: 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA