Anziana muore in ospedale, era piena di lividi: indagati 4 medici, corpo riesumato

Il pm leccese ha quindi disposto la riesumazione della salma per l'autopsia, così da poter far luce sulla questione

Il corpo era pieno di lividi: un'anziana signora è stata trovata senza vita nel letto dell'ospedale dove era stata ricoverata
Il corpo era pieno di lividi: un'anziana signora è stata trovata senza vita nel letto dell'ospedale dove era stata ricoverata
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 17:48

COPERTINO - Ricoverata, è stata trovata senza vita in un letto di ospedale. Presentava una serie di lividi, ecchimosi ed ematomi, e una mano gonfia, come se fosse fratturata. La Procura di Lecce sta indagando sui quattro medici che avrebbero avuto in cura l'anziana donna ricoverata a dicembre dello scorso anno nell’ospedale di Copertino per difficoltà respiratorie.

Muore investito da un'auto mentre attraversa la Statale 16 a Cupra: indagano i carabinieri

Il fascicolo d’indagine, aperto per l’ipotesi di reato di responsabilità colposa per morte in ambito sanitario, ha preso il via dalla denuncia della figlia dell'87enne di Copertino, presentata nei mesi scorsi dagli avvocati Vito De Pascalis e Mauro Antonio Madaro. I familiari dell'anziana hanno chiesto alla magistratura di accertare se esista un nesso causale tra i lividi ed il decesso della 87enne ed anche il modo con cui se li sarebbe procurati. I medici avevano spiegato che l'anziana se li procurati rigirandosi nel letto, dopo avere sbattuto contro le barre di protezione anti-caduta.

Anche un'indagine interna avrebbe escluso la presenza di lesioni, ma i parenti hanno dubbi.

La vicenda

Alcuni giorni dopo, la figlia era andata a trovare la madre ed il personale medico le aveva comunicato che si era fatta male, procurandosi delle ecchimosi, rigirandosi contro le sbarre del letto: la paziente presentava il volto tumefatto con grossi lividi sul collo e intorno agli occhi. Ma anche ecchimosi sul fianco e sulla mano.

Secondo i familiari della donna, la versione dei fatti fornita dai medici risultava poco credibile, vista l'incapacità dell'87enne di muoversi e deambulare. L'aggravarsi delle condizioni della donna hanno portato al decesso, avvenuto alla fine di gennaio. Anche l’agenzia di pompe funebri, in occasione dei funerali, ha confermato la presenza di una serie di lividi su varie parti del corpo della donna.

Il pm leccese ha quindi disposto la riesumazione della salma per l'autopsia, così da poter far luce sulla questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA