Gallo ucciso a fucilate perché cantava
al sorgere del sole: sequestrate armi

Gallo ucciso a fucilate
perché cantava al sorgere
del sole: sequestrate armi
SAN NAZARIO - Un colpo di fucile all’alba in via Campagna ha ucciso il gallo di M.S. e famiglia, la colpa dell’animale da cortile? Quella sua naturale di cantare l'annuncio del sorgere del sole. Il fatto è accaduto la scorsa settimana, qualcuno, al momeno anonimo, irritato dal cantare del gallo all'alba è sceso in strada armato di fucile, si è avvicinato alla recinzione dall’abitazione di M.S., ha mirato con un fucile all'animale e tirato il grilletto. Lo sparo ha fatto balzare dal letto i proprietari che usciti in giardino hanno trovato il gallo dilaniato.

 Inevitabile per M.S. una telefonata al 112 con denuncia dell’accaduto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Solagna che hanno aperto un’indagine per identificare il responsabile. I militari nei primi riscontri a un residente nella zona hanno sequestrato in via cautelare alcune armi detenute in modo irregolare. Resta da accertare se è lui lo sparatore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Luned├Č 20 Agosto 2018, 09:50 - Ultimo aggiornamento: 20-08-2018 11:17

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO