Francia, poliziotta uccisa a coltellate. Ucciso l'aggressore tunisino, ha urlato «Allah Akbar»

Venerdì 23 Aprile 2021
Francia, poliziotta uccisa a coltellate. Ucciso l'aggressore tunisino, ha urlato «Allah Akbar»

RAMBOUILLET  - Attentato in Francia a Rambouillet: una poliziotta è stata uccisa di fronte alla stazione dove lavorava alle 14:30 di oggi. Stando alle prime notizie, la donna era appena tornata sul posto di lavoro quando un uomo l'ha improvvisamente accoltellata. L'uomo sospettato di aver ucciso una funzionaria di polizia di 49 anni a Rambouillet, vicino a Parigi, avrebbe gridato 'Allah Akbar': è quanto riferiscono sindacati di polizia citati da BFM-TV. Intanto, l'antiterrorismo francese (Sdat, Sous-direction antiterroriste) sta valutando quanto accaduto. L'uomo, un tunisino secondo i primi elementi dell'inchiesta, è morto a sua volta a causa dei colpi d'arma da fuoco sparati dalla polizia durante il fermo. Sul posto, oltre al ministro dell'Interno, Gérald Darmanin è atteso anche il premier Jean Castex.

LEGGI ANCHE:

La ciclista Silvia Piccini è morta dopo due giorni di agonia, aveva 17 anni: travolta in strada mentre si allenava

 

Gli agenti di polizia della stazione hanno sparato due colpi all'aggressore e sul posto è arrivata un'ambulanza. A nulla sono i serviti i soccorsi: l'agente è deceduto un'ora dopo l'accoltellamento, mentre resta in condizioni critiche l'aggressore che potrebbe aver agito per motivi religiosi.

Il ministro degli interni francese Gérald Darmanin ha annunciato via Twitter che si recherà alla stazione di polizia di Rambouillet dove sono avvenuti i fatti di questo pomeriggio: «Un agente di polizia è stato vittima di un attacco alla stazione di polizia di Rambouillet, mi sto recando lì».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA