Feltre. Madre e figlia escono per fare volontariato, i ladri svaligiano la casa

Feltre. Madre e figlia escono per fare volontariato, i ladri svaligiano la casa
Feltre. Madre e figlia escono per fare volontariato, i ladri svaligiano la casa
di Olivia Bonetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Dicembre 2019, 13:51 - Ultimo aggiornamento: 19:07
FELTRE (BELLUNO) - Madre e figlia a fare volontariato, intanto i ladri svaligiano le loro due case. Una vicenda doppiamente triste quella accaduta mercoledì pomeriggio al Boscariz: non solo per le famiglie, che hanno subìto questa terribile violenza nelle loro abitazioni, ma anche per l'intera comunità.


Questa volta l'ennesimo raid di furti del mercoledì pomeriggio tra le case del Boscariz ha lasciato una ferita profonda per tutti. E il bottino rubato dai ladri va ben oltre il valore economico degli oggetti scomparsi. Tre le abitazioni prese di mira dai ladri acrobati che si sono arrampicati sulle grondaie: tutte allo stesso orario, intorno alle 17, tutte con furto di oro e soldi. Bottini non esorbitanti, ma con oggetti dal grande valore affettivo spariti per sempre. Tra questi le tre fedi nuziali prelevate in una casa di una novantenne: non solo quella della donna, ma anche il ricordo che conservava della mamma e del marito. 
 
LA SCOPERTA

«Eravamo usciti per fare volontariato al mercatino dell'usato in piazza Isola - racconta Rosanna Canova -, con l'associazione Tutti insieme lavoriamo per il territorio (Tilt). Ero uscita con mia mamma novantenne: poi quando siamo rincasate, dopo le 17 la brutta sorpresa. Era tutto a soqquadro e mia mamma è ancora scossa da quanto accaduto». I due furti nelle due abitazioni sono stati scoperti in contemporanea: il marito di Rosanna, il noto ex capostazione del Soccorso alpino e volontario da una vita, Giulio De Bortoli aveva scoperto il furto nella loro casa, in via Boscariz. Duecento metri più avanti madre e figlia stavano entrando nell'abitazione dell'anziana. «Al Boscariz c'è praticamente un furto dietro l'altro - dice Rosanna - e non si sa più cosa fare. A casa nostra, al primo piano, sono entrati arrampicandosi sul poggiolo e forzando la porta finestra. Ma mia madre sta al secondo piano: si vedevano ancora le impronte delle scarpe dei ladri che si sono arrampicati dalle grondaie. Abbiamo subito chiamato i carabinieri e oggi abbiamo fatto denuncia». 

IL BOTTINO

A casa dell'anziana hanno rubato tutto: fedi, orecchini, collane oro per svariate migliaia di euro. Invece a casa di De Bortoli non hanno trovato molto. «Non teniamo soldi a casa - sottolinea la moglie - ma hanno preso alcune medagliette e ricordi in oro di mio marito». I malviventi hanno agito anche in un terzo appartamento sempre in zona. 
Olivia Bonetti
© RIPRODUZIONE RISERVATA