Esodo estivo, quest'anno la giornata da “bollino nero” sarà l'8 agosto

Venerdì 24 Luglio 2020

Un pienone, tra partenze e traffico, per il secondo week-end di agosto sulle autostrade in Italia. Dopo mesi di lockdown e con il graduale ritorno alla normalità gli italiani non rinunciano a mettersi in viaggio per le vacanze estive in questo 2020 di emergenza. La giornata più sconsigliata per partire è sabato 8 agosto, a cui il Piano dei servizi per l'esodo estivo 2020 di Viabilità Italia ha assegnato il "bollino nero", in particolare la mattina. I dati di traffico riferiti a questi ultimi due mesi hanno invece suggerito di contrassegnare con il 'bollino rossò i fine settimana del 24 - 26 luglio e del 31 luglio - 2 agosto prossimi. Il fine settimana del 7 - 9 agosto è quello in cui si prevedono i maggiori volumi di traffico.

Ma anche in queste ore, in alcuni territori, il traffico continua a creare forti disagi. In Liguria è ancora paralisi a causa dei cantieri autostradali: nuovi disagi questa mattina lungo il nodo autostradale genovese: in A12 si sono registrati fino a sette chilometri di coda. Il capoluogo ligure è stato anche raggiunto dal corteo-carosello di 40 mezzi tra camion, pullman, furgoni e taxi, per la protesta indetta da Filt Cgil e Uil trasporti contro il caos della viabilità: una delegazione è andata verso la prefettura con lo striscione «Aspi, Governo, Comune, Regione per la Liguria trovate una soluzione».

Alle difficoltà ormai croniche per la situazione si sono sommate in queste ore, dunque, anche quelle generate dalla protesta. «Comprendo la rabbia di chi sciopera ma sinceramente aumentare i nostri disagi, di questi tempi, a me pare un pò autolesionista», ha commentato il governatore Giovanni Toti. E proprio il tratto della A10 tra Genova e Ventimiglia, quello della A12 tra Genova e Viareggio e della A15 tra Parma e La Spezia sono tra le direttrici che saranno maggiormente interessate dai flussi di traffico turistico nelle prossime settimane. Viabilità Italia segnala anche la A22, lungo l'intera tratta e in particolare in prossimità delle uscite per le località di montagna; A4, in uscita da Milano, tra Sommacampagna e l‹allacciamento con la A22, tra Padova e Quarto d‹Altino, e più generalmente lungo l‹intero tratto veneto e friulano fino alla Barriera di Lisert; A6 tra Torino e Savona; A8/A9, in prossimità del confine di Stato con la Svizzera. Sarà molto trafficata anche la A1, tra Piacenza e il bivio con la A15, nel nodo bolognese e in quello fiorentino, tra Roma e Cassino e tra Caserta e l‹allacciamento con la A30; A3, tra Napoli e Salerno; A14, tra Bologna e Cattolica e tra Ancona e Vasto; A30 tra l‹allacciamento con la A1 e il raccordo Salerno-Avellino; A23, in prossimità del confine di Stato con l‹Austria dall‹intersezione con la A4. Le Prefetture hanno inoltre elaborato piani di intervento e di gestione delle emergenze che prevedono da un lato il presidio h24 in punti strategici di mezzi di soccorso meccanico e sanitario, dall‹altro un rafforzamento dei servizi di polizia stradale e di protezione civile, sia lungo gli itinerari autostradali principali che lungo la viabilità ordinaria alternativa, dove opereranno le forze di polizia.
 

Ultimo aggiornamento: 18:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA