Droga, emergenza negli ospedali: «Spacciatori in corsia, pazienti ordinano dosi come pizze»

Lunedì 11 Novembre 2019
Droga, emergenza negli ospedali: «Spacciatori in corsia, pazienti ordinano dosi come pizze»

LONDRA - Molti ospedali britannici sono stati costretti a installare telecamere a circuito chiuso per combattere quella che sta diventando una piaga nei reparti di tutto il Paese: lo spaccio di droga, con tanto di bande rivali che si spartiscono le corsie. Secondo quanto rivela il quotidiano Independent, ci sarebbero pazienti che ordinano la loro dose di droga come si ordina una pizza.

Pesaro, picchiato dopo gli apprezzamenti alla ragazza: finisce all'ospedale e viene anche arrestato

Vicenza, in preda a droga e alcol: ventenne aggredisce tre infermieri in ospedale

Un'infermiera in un grande ospedale ha raccontato di come ci siano ormai spacciatori che girano liberamente per i reparti, litigando anche tra di loro per spartirsi le zone: in più di un ospedale sono state segnalate perquisizioni con i cani antidroga, mentre un medico ha descritto il dramma dei bambini le cui mamme sono dipendenti da eroina. 

Gli ultimi dati di NHS Digital mostrano un peggioramento del numero di ricoveri ospedalieri in Inghilterra per eroina o altri avvelenamenti da oppiacei che sono saliti del 121% negli ultimi 12 anni a 30.409 ricoveri nel 2018-19.

Secondo quanto detto dai medici al quotidiano britannico, la riduzione dei servizi di assistenza per i tossicodipendenti e le difficoltà nel reperire metadone portano i pazienti a non avere altra scelta che quella di comprare droga da spacciatori senza scrupoli: 
«Il personale ha assistito a comportamenti sospetti, come pacchi conservati dietro i tubi di scarico e l'uso di giornali aperti come copertura nei sospetti affari di droga. Sospettiamo che i pazienti stiano organizzando transazioni illecite di droga mentre sono in ospedale». In media ci sarebbero stati due incidenti al mese legati alla droga e cinque aggressioni contro il personale.

Ultimo aggiornamento: 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA