Il Governo Draghi è entrato in carica: «Mettiamo in sicurezza il Paese». Conte lascia Palazzo Chigi, finito il primo Consiglio dei Ministri

Sabato 13 Febbraio 2021
Il Governo Draghi è entrato in carica: «Mettiamo in sicurezza il Paese». Conte lascia Palazzo Chigi, finito il primo Consiglio dei Ministri

Il governo del presidente del Consiglio Mario Draghi è entrato nelle sue funzioni dopo il giuramento al Quiriniale. La cerimonia ha visto il premier e i 23 ministri recitare la formula di rito con modalità inedite dovute alle esigenze dettate dalla pandemia. Nessuna stretta di mano, tamponi rapidi prima dell'arrivo, una penna diversa per ogni ministro, seduta distanziata e mascherina nel Salone delle Feste. 

L'esecutivo ha poi raggiunto palazzo Chigi per la cerimonia della campanella, per il passaggio di consegne tra l'ex premier Giuseppe Conte e Mario Draghi. La nuova squadra di governo si è riunita per il primo Cdm.

 

Giuseppe Conte lascia Palazzo Chigi con la compagna Olivia Paladino. Il lungo applauso dei dipendenti, e su Twitter cambia tutto

 

 

 

 

LA DIRETTA

 

Ore 15 Concluso il primo Cdm del governo Draghi: i neo ministri sono usciti da palazzo Chigi e il premier ora è al lavoro nel suo studio, prima di trasferirsi nella sua residenza di Città della Pieve in Umbria dove trascorrerà il weekend. La "nostra missione" "è mettere in sicurezza l'Italia. I bisogni del Paese vengono prima degli interessi di parte. Mi aspetto la massima collaborazione. Avanti uniti", avrebbe detto Draghi davanti ai neo ministri. Quello di Mario Draghi "sarà un governo ambientalista". Questo, spiega l'Adnkronos, quanto avrebbe detto il nuovo premier nel Cdm durato 30 minuti.

 

Ore 14.00  È in corso a Palazzo Chigi, a quanto si apprende, la prima riunione del Consiglio dei ministri presieduta dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Il Cdm, che è iniziato in anticipo rispetto alla convocazione prevista alle 14, ufficializza la nomina del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli.

 

Ore 13.15 Giuseppe Conte lascia Palazzo Chigi ricevendo gli onori militari e un grande applauso dai dipendenti alle finestre. Con l'ex premier anche la compagna Olivia Paladino. 

 

Ore 13.12 Giuseppe Conte ha passato la campanella a Mario Draghi, nella tradizionale cerimonia che segna il passaggio di consegne a Palazzo Chigi. Con il passaggio della campanella il nuovo presidente del Consiglio si insedia ufficialmente alla guida del governo. Passaggio della campanella con «amuchina» per il premier uscente Giuseppe Conte e il presidente del Consiglio Mario Draghi. Il passaggio fisico della campanella, nonostante il Covid, è avvenuto ma prima Conte e Draghi hanno provveduto a disinfettarsi le mani. Subito dopo il passaggio foto di rito con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio uscente Riccardo Fraccaro e il suo successore Roberto Garofoli ma, sempre a causa della pandemia, nessuna stretta di mano tra Conte e Draghi. Un applauso finale ha salutato Conte prima che il presidente uscente lasciasse il salone d'onore.

Ore 12.51 Giuseppe Conte ha accolto a Palazzo Chigi, nella sala dei Galeoni, il presidente del Consiglio Mario Draghi. Il premier uscente e il suo successore sono ora riuniti per un colloquio, prima della cerimonia della campanella che segna il passaggio ufficiale delle consegne. Intanto arrivano nella sede del governo, alla spicciolata, i nuovi ministri.

 

Ore 12.46 Il presidente del Consiglio Mario Draghi e i ministri sono arrivati a Palazzo Chigi per la cerimonia della campanella che - nel rispetto delle norme Covid - non passerà di mano in mano come d'abitudine. 

 

Ore 12.18 Terminata la cerimonia di giuramento del governo presieduto da Mario Draghi. I ministri ora si trasferiranno nel Salone dei Corazzieri per la foto di rito con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il premier. Una novità anche questa per garantire il distanziamento richiesto dalle norme anti-pandemia.

 

Ore 12.15 Presidente della Repubblica, del Consiglio e ministri tutti con mascherina durante il giuramento per garantire il rispetto delle norme anti-pandemia. La distanza non consente infatti di togliere il dispositivo di sicurezza, come ad esempio quando il Capo dello Stato e il premier hanno rilasciato le loro dichiarazioni alla stampa.

 

Ore 12.05 Giurano i ministri con portafoglio. Giuramento del governo naturalmente senza stretta di mano tra il Presidente della Repubblica, quello del Consiglio e i vari ministri dopo la lettura della formula di rito, per il rispetto delle norme anti-pandemia, ma solo un saluto finale con gli auguri di rito.

 

Ore 12 Il giuramento prosegue con i ministri senza portafoglio. (Federico d’Inca, Rapporti col parlamento
Vittorio Colao, Innovazione tecnologica, Renato Brunetta, Pubblica amministrazione, Maria Stella Germini, Affari generali e autonomia, Mara Carfagna, Sud e coesione territoriali, Fabiana Dadone, Politiche giovanili
Elena Bonetti, Pari opportunità e famiglia, Erica Stefano, Disabilità, Massimo Gravaglia, Coordinamento iniziative turismo). Tutti hanno letto la tradizionale formula di rito: «Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione».

 

Ore 11.56 Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha giurato nelle mani del Capo dello Stato con la formula di rito. A seguire giureranno tutti i ministri. Al termine della cerimonia il Governo entra nelle sue funzioni.

 

Ore 11.39 Mario Draghi è a colloquio con il Presidente della Repubblica Mattarella. I ministri sono arrivati nella sala del giuramento previsto per le ore 12.

 

Ore 11.18 Mario Draghi è giunto al Quirinale. Il presidente del Consiglio, entrato in auto, parteciperà con il suo governo alla cerimonia di giuramento previsto per mezzogiorno. Intorno alle 13, a Palazzo Chigi, un'altra cerimonia: quella del passaggio della campanella con il suo predecessore, Giuseppe Conte. Subito dopo si terrà il primo Consiglio dei ministri.

 

Ore 11.12 Mario Draghi ha lasciato la sua residenza romana nel quartiere Parioli e alle 12 è atteso al Quirinale per il giuramento in veste di nuovo presidente del Consiglio, assieme ai ministri del suo governo. Sotto il braccio una cartellina verde e passando davanti ai giornalisti che gli hanno domandato se fosse pronto per la nuova avventura si è limitato a fare un cenno con il capo.

 

Ore 10.43 I neo ministri Federico D'Incà (Rapporti con il Parlamento), Roberto Cingolani (Ambiente e Transizione Ecologica) e Mara Carfagna (Sud), hanno già varcato il portone d'ingresso del Quirinale dove, a mezzogiorno, è prevista la cerimonia di giuramento.  Al Colle, con un forte anticipo rispetto al calendario previsto - anche di oltre un'ora e mezza - sono giunti moltissimi ministri del nuovo governo Draghi. La prima ad arrivare al Quirinale - intorno alle 10.20 - è stata la leghista Erika Stefani, designata alle Politiche per la disabilità. Ma al Colle, tra gli altri, sono già presenti anche Colao, Brunetta, Gelmini, Bianchi e Dadone.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA