«Mia figlia non risponde al citofono» poi la drammatica scoperta: era morta in casa

Il dramma è avvenuto a Perugia: la figlia non rispondeva dalla giornata di giovedì

«Mia figlia non risponde al citofono» poi la drammatica scoperta: era morta in casa
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Febbraio 2022, 19:36

PERUGIA - «Aiuto, mia figlia non risponde al citofono»: è partito così l'allarme di un padre, disperato dopo che da ore non riusciva a mettersi in contatto con la propria figlia. Poi la drammatica scoperta a Perugia: il corpo senza vita della giovane donna, appena 41 anni.

L'hanno trovata così, con i cani che abbiavano forte evidentemente per richiamare l'attenzione di qualcuno, nella mattinata di venerdì i vigili del fuoco e i poliziotti accorsi sul posto dopo la chiamata del padre. La giovane donna vive nella zona dei Tre Archi e, secondo quanto raccontato proprio dall'uomo, dalla giornata di giovedì non rispondeva al telefono. A quel punto, venerdì mattina, il papà è andato a casa sua per accertarsi che fosse tutto a posto. Poi l'allarme e la scoperta del corpo senza vita della figlia.

Sul posto dopo poco sono arrivati anche magistrato di turno, medico legale e poliziotti della polizia scientifica e della squadra mobile. Tutte le indagini sono in corso, anche se il fatto che la porta fosse chiusa dall'interno tende a far escludere la presenza di un'altra persona all'interno dell'appartamento. Il corpo, come rende noto il procuratore Raffaele Cantone, è stato trasportato in obitorio per tutti gli accertamenti del caso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA