Figlio ammazza i genitori a colpi di pistola: voleva 800mila euro di eredità. La confessione e gli spostamenti di denaro dopo il delitto

Marito e moglie trovati morti in casa: ammazzati a colpi di pistola, si cerca il figlio 25enne
Marito e moglie trovati morti in casa: ammazzati a colpi di pistola, si cerca il figlio 25enne
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Marzo 2022, 15:59

Duplice omicidio nel Vicentino, a Chiampo, dove un uomo e una donna 60enni, Sergio Gugole e Lorenza Zanin, sono stati uccisi a colpi di pistola. Responsabile dell'omicidio sarebbe il figlio 25enne, Diego Gugole, che si è costituito nella notte ed è stato portao in carcere stamani, è accusato di omicidio premeditato aggravato.

Duplice omicidio a Chiampo: il movente

L'omicidio è avvenuto ieri pomeriggio nell'abitazione di Chiampo dove i tre risiedevano. Dopo aver ucciso entrambi i genitori con un'arma da fuoco detenuta illegalmente, il 25enne è uscito di casa e ha vagato per ore con la sua auto, prima di costituirsi la notte scorsa ai Carabinieri di Vicenza. Il padre in passato era stato proprietario di una conceria e proprio il denaro sarebbe il movente del duplice omicidio avvenuto, a quanto si apprende, al termine di un alterco. Negli ultimi tempi erano frequenti le liti in famiglia proprio a causa dei soldi che il giovane pretendeva dai genitori. Secondo i magistrati il 25enne puntava al denaro di famiglia, 800mila euro tra contanti e titoli.

Prima ha ucciso il padre, poi ha aspettato la madre

Prima avrebbe ucciso il padre con due colpi e poi avrebbe atteso il ritorno della madre per sparare anche a lei. Dopo aver freddato il padre, il 25enne avrebbe subito trasferito 16mila euro sul suo conto corrente.

Voleva comprarsi una casa e un'auto

Secondo una prima ricostruzione, il giovane avrebbe vagato per ore in auto prima di costituirsi ai carabinieri di Vicenza nella tarda serata. In quel lasso di tempo sembra sia andato a dare un altro anticipo per la casa che voleva acquistare e poi sarebbe andato a comprare l'occorrente (teli neri, vernice) per nascondere i corpi e le tracce di sangue

La confessione

Ha confessato di aver ucciso entrambi i genitori Diego Gugole. Il giovane ha prima reso dichiarazioni spontanee, poi si è attribuito la responsabilità del duplice delitto, nell'interrogatorio davanti al pm.

Delitto pianificato da un mese

Secondo la Procura di Vicenza, l'omicidio era stato pianificato da almeno un mese. Diego Gugole avrebbe sparato con una pistola non legalmente detenuta, acquistata da un cittadino straniero

© RIPRODUZIONE RISERVATA