Assembramenti e troppi senza mascherina, il Viminale ai prefetti: «Intervenire con più rigore»

Assembramenti e troppi senza mascherina, il Viminale ai prefetti: «Intervenire con più rigore»
di Cristiana Mangani
2 Minuti di Lettura
Martedì 10 Novembre 2020, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 13:17

Coronavirus, l''ultimo weekend con spiagge super affollate e troppa gente in giro ha messo in allarme il Viminale. Così che il capo di gabinetto del ministero dell'Interno, Bruno Frattasi, ha deciso di inviare una nuova circolare ai prefetti per chiedere «di effettuare una più efficace prevenzione degli assembramenti». Troppe persone giravano senza dispositivi di protezione né distanziamento - ha sottolineato il prefetto - «e in diverse località del Paese si sono registrate situazioni di particolare assembramento, in occasione delle quali è stata riscontrata una percentuale non irrilevante di inosservanza dell'obbligo di utilizzo delle mascherine».

Per far sì che questo fenomeno diminuisca in corrispondenza a partire dai prossimi fine settimana, il Viminale chiede un maggiore rigore, e che vengano «convocati in via d'urgenza le riunioni del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza al duplice scocpo - è ancora scritto nel documento - di programmare controlli più serrati e di concordare con i Sindaci la possibilità di interdire strade o piazze potenzialmente interessate al fenomeno».

A prefetti viene chiesto anche di far sapere all'ufficio di Gabinetto le eventuali criticità emerse, in modo da poter intervenire rapidamente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA