Omicron 2, l'allarme di Brusaferro: «Maggiormente trasmissibile rispetto alla variante 1»

Variante Omicron 2, l'allarme di Brusaferro: «Maggiormente trasmissibile rispetto alla 1»
Variante Omicron 2, l'allarme di Brusaferro: «Maggiormente trasmissibile rispetto alla 1»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Marzo 2022, 19:55

«Sta crescendo la diffusione della sotto variante Omicron BA.2, che le evidenze internazionali ci segnalano come maggiormente trasmissibile rispetto alla Omicron BA.1». Lo ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, commentando i dati del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

«C'è una variabilità nell'intensità della circolazione» di Sars-CoV-2 «tra le varie regioni, ma in tutte si evidenzia una crescita nel numero di nuovi casi d'infezione». A segnalarlo è Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), in un video in cui commenta i dati principali del monitoraggio Covid. «Quando vediamo invece il dato» che descrive «l'impegno dei servizi sanitari» per i pazienti Covid «nelle terapie intensive e nelle aree mediche, censiamo una diminuzione», ha puntualizzato l'esperto.

ALLARME VARIANTI

 

I valori dell'indice di contagio Rt in Italia «stanno iniziando a risalire, anche se sono sotto la soglia epidemica. In particolare l'Rt basato sui pazienti con sintomi è a 0,86 e l'Rt ospedaliero leggermente più basso a 0,82». A spiegarlo è Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), in un video in cui commenta i dati principali del monitoraggio Covid. Secondo il grafico mostrato dall'esperto, l'Rt 'augmented', cioè proiettato in avanti di una settimana, è previsto ancora in crescita a quota 0,95. Sebbene a livello europeo l'ultima mappa aggiornata dall'Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) si sia schiarita rispetto alla precedente, a dimostrazione di una «circolazione» del virus «più contenuta», guardando l'andamento delle varie curve epidemiologiche si vede che «alcuni Paesi segnalano una ricrescita nella curva dei nuovi casi», come sta succedendo in Italia, ha fatto notare l'esperto.

All'interno del Paese, ha illustrato Brusaferro, l'Rt «si sta lentamente spostando verso l'1 in più regioni, che cominciano a sfiorare» questo valore «o a superarlo, anche se negli intervalli di confidenza» nella parte più bassa «i valori sono ancora sotto la soglia epidemica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA