Covid, a Parigi positivo oltre il 17% dei test. Il premier Castex: «Evitare il lockdown»

Lunedì 12 Ottobre 2020
Covid, a Parigi positivo oltre il 17% dei test. Il premier Castex: «Evitare il lockdown»

Covid, è allarme a Parigi dove oltre il 17% dei test è risultato positivo, un dato mai raggiunto prima secondo le autorità sanitarie. E Il premier Castex invita la popolazione a resistere: «Evitare il lockdown». Il 17% dei test nell'Ile-de-France, la regione di Parigi, «risulta positivo, è un dato che non avevamo mai raggiunto». Lo ha detto il direttore dell'Ars, l'agenzia regionale di Salute, Aurélien Rousseau, intervistato da RMC-BFM-TV.

«Oggi, a Parigi, tra le persone che hanno tra 20 e 30 anni, abbiamo oltre 800 casi positivi su 100.000, la soglia d'allerta è cinquanta. Soprattutto, da tre giorni, ed è questo l'allarme che lanciamo, queste cifre aumentano molto rapidamente tra gli anziani. Questo significa che c'è passaggio tra le generazioni ed è questa la nostra maggiore preoccupazione», ha proseguito Aurélien Rousseau, aggiungendo che attualmente sono 473 i malati da Covid-19 in rianimazione. 100.000 i test antigenici resi disponibili nell'Ile-de-France

LEGGI ANCHE: Covid, virus può resistere fino a 28 giorni sulle superfici: dai cellulari alle banconote, ecco dove sopravvive di più

 

Il premier Castex: «Evitare il lockdown»

 

Dinanzi alla forte recrudescenza del coronavirus, il premier francese, Jean Castex, lancia un forte appello ai francesi affinché non gettino la spugna della lotta al coronavirus. «Non si può mollare», ha dichiarato ai microfoni di France Info, annunciando una nuova versione dell'applicazione StopCovid, equivalente francese di Immuni, per il 22 ottobre. Fu proprio il premier francese, lo scorso novembre, ad essere oggetto di critiche per aver riconosciuto pubblicamente di non aver mai scaricato la prima versione dell'app anti-Covid. «I francesi - ha detto oggi - hanno considerato un pò troppo presto che questo virus era scomparso». «La realtà - ha avvertito - è che la seconda ondata è qui tra noi». E «non si può mollare». Il premier ha quindi sottolineato che un «lockdown generalizzato va evitato con tutti i mezzi».

 

Seconda forte ondata, Macron parla mercoledì al Paese

 

«È in una seconda forte ondata dell'epidemia di Covid-19 e non ci può più essere alcun allentamento». Lo ha detto il primo ministro Jean Castex, su franceinfo, escludendo 'un lockdown generale che avrebbe conseguenze drammatiche' e quindi va evitato in tutti i modi. Il capo del governo francese ha però ritenuto possibili dei confinamenti locali: non va escluso nulla quando vediamo la situazione nei nostri ospedalì. Il Governo esaminerà la situazione epidemiologica mercoledì per vedere se c'è motivo di andare più lontano nelle misure, dopo le restrizioni già introdotte in varie città tra cui Parigi. È atteso un intervento del presidente Emmanuel Macron alle 20 di mercoledì. Venerdì la Francia ha registrato un nuovo record assoluto di contagi, con quasi 27mila nuovi casi di coronavirus accertati in un giorno.

 

Positivo il presidente della Polinesia francese, giovedì ha incontrato Macron

 

Positivo al coronavirus il presidente della Polinesia francese, Edouard Fritch, ora in isolamento per sette giorni. Il presidente, ha reso noto nelle ultime ore il suo ufficio stampa, è «risultato positivo al Covid-19 al suo ritorno» a Tahiti da Parigi, dove giovedì scorso ha incontrato Emmanuel Macron. È invece risultata negativa la compagna di Fritch che ha accompagnato durante il viaggio il 68enne presidente che si è sottoposto al test sabato «poiché aveva qualche linea di febbre e dolori alle articolazioni». Durante la permanenza a Parigi, una settimana prima, Fritch ha incontrato tra gli altri anche il premier Jean Castex. Prima della partenza per la Francia, Fritch era risultato negativo al test per il coronavirus.

L'Eliseo, riferiscono i media francesi, ha assicurato che nel corso dell'incontro sono state «scrupolosamente osservate» le regole del distanziamento sociale e che Macron indossava la mascherina.

 

LEGGI ANCHE: Matrimoni, compleanni e rave: l'Italia che se ne frega. Il ricevimento con 200 ospiti diventa un focolaio, mamma positiva invita 60 persone al party

 

 

Ultimo aggiornamento: 11:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA