Blitz alla festa privata nell'hotel di Cortina: sette multati, due scappano in auto sulla pista ciclabile

Misure anti Covid violate al Boutique Hotel Villa Blu, un hotel a quattro stelle con vista spettacolare sulle cime dolomitiche

Mercoledì 29 Dicembre 2021 di Davide Piol
Carabinieri in centro a Cortina d'Ampezzo

CORTINA D’AMPEZZO Doveva essere un evento privato al Boutique Hotel Villa Blu di Cortina d’Ampezzo, un albergo a quattro stelle con vista spettacolare sulle cime dolomitiche. Invece si è trasformato in una caccia all’uomo. Nessuno dei partecipanti infatti stava osservando le misure anti-contagio covid. Così ieri mattina, quando i carabinieri sono entrati nella struttura per un controllo sul rispetto della normativa, si sono dati alla fuga. Delle 25 persone presenti, 6 sono state individuate e sanzionate dai militari dell’arma di Cortina d’Ampezzo. Oltre naturalmente al gestore dell’hotel. Ma non è finita qui: un cliente americano, poi, si sarebbe allontanato ubriaco a bordo di una “Volkswagen T Cross” imboccando una ciclabile: denuncia per guida in stato di ebbrezza e patente ritirata. 

Covid o influenza? Ecco i sintomi e le differenze: come riconoscerli e come fare con i tamponi

REGOLE SNOBBATE
Quello al Boutique Hotel Villa Blu era un evento all’aperto che però richiedeva comunque l’osservanza delle restrizioni anti-contagio, sempre più stringenti a causa dell’aumento dei positivi. Ieri mattina c’erano persone italiane ma anche straniere - circa 25 in tutto – e si stavano divertendo senza mascherina come se il covid fosse soltanto un brutto ricordo. All’arrivo dei carabinieri, sono scappati. «Questo ci dà il polso della situazione – ha commentato il comandante della stazione dei carabinieri di Cortina d’Ampezzo, maggiore Stefano Biasone – tante persone non hanno ancora compreso come si devono comportare a giovamento di loro stesse e di tutta la comunità. A prescindere dal fatto che sia giusto o sbagliato, ci sono delle norme e le dobbiamo osservare, altrimenti non usciamo più da questa situazione». Il responsabile sala del Boutique Hotel Villa Blu ha raccontato che i militari «sono arrivati perché c’era un evento privato» e «ci hanno chiesto di far indossare la mascherina ai clienti e di rispettare il distanziamento sociale, non abbiamo ricevuto nessuna sanzione». Invece ce ne sono state ben 7. Le hanno elevate i carabinieri di Cortina d’Ampezzo nell’ambito di un servizio mirato alla verifica del rispetto delle normative anti-covid: 6 a carico dei clienti e 1 al gestore dell’hotel. Si tratta di multe legate alla mancata osservanza delle norme anti-contagio (ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 19 del 2020 e dell’articolo 2 del decreto legislativo 33 del 2020).

ADDIO ANCHE ALLA PATENTE
Al termine del controllo, i carabinieri hanno seguito un “Volkswagen T Cross” con a bordo due delle persone che erano appena state sanzionate. La coppia americana stava imboccando la pista ciclabile del centro di Cortina d’Ampezzo, nonostante il divieto di accesso ai veicoli motorizzati. Una volta fermato il mezzo, i militari hanno eseguito un accertamento etilometrico per capire se l’autista avesse bevuto: esito positivo. Il turista americano aveva un tasso alcolemico pari a 1.28 grammi per litro: è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli hanno ritirato la patente. «Il senso dei controlli – ha continuato Biasone – non è quello di affliggere le persone. Cerchiamo di fare in modo che tutti possano godersi le festività coerentemente alle norme varate a tutela della sanità. Se non usciamo da questa situazione ci saranno enormi problemi e non solo dal punto di vista sanitario. Inoltre questo va a discapito delle strutture ricettive che hanno bisogno di lavorare. Per fortuna non accade dappertutto». 

LE ALTRE SANZIONI
Dal 20 al 26 dicembre sono stati controllati 2404 cittadini e 328 attività o esercizi commerciali (esclusi quelli di ieri). Le forze dell’ordine hanno elevato in totale 5 sanzioni (di cui 4 ad attività). Sanzionato anche un farmacista del Feltrino che non indossava la mascherina. «Ho sbagliato io – ha ammesso – sono venuti alle 19 e hanno fatto un verbale». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA