Nuovo dpcm, l'Italia quasi tutta arancione da domenica. Speranza: «Ecco chi sarà in zona bianca»

Giovedì 14 Gennaio 2021
Nuovo dpcm, l'Italia quasi tutta arancione da domenica. Speranza: «Ecco chi sarà in zona bianca»

L'Italia sarà quasi tutta arancione a partire da domenica: ad annunciarlo, citando il ministro della Salute Roberto Speranza, è il governatore della Liguria (e vicepresidente della Conferenza delle Regioni) Giovanni Toti, che a Tg2 Italia su Raidue questa mattina ha detto che l'annuncio è arrivato da Speranza in videoconferenza con i governatori delle Regioni.

LEGGI ANCHE:

 

Speranza, ha detto Toti, «ha annunciato il combinato disposto del decreto legge approvato ieri sera e del nuovo Dpcm, che sta per mettere in arancione praticamente tutta l'Italia a partire da domenica con i nuovi parametri». «Non credo che gli italiani possano restare con le loro attività chiuse, chiusi in casa e vedere un Governo che traccheggia nella speranza di trovare 7-8 voti al Senato», ha aggiunto.

 

 

Speranza: ecco chi entrerà in zona bianca

 

Il ministro ha fatto una sintesi dei provvedimenti che entreranno in vigore dal 16: nuove soglie per l'ingresso nelle fasce - si va in zona arancione con RT 1 o con un rischio complessivo alto, si va in zona rossa con Rt 1.25 - divieto di spostamento tra le regioni anche gialle, con le deroghe già previste, proroga dello stato d'emergenza fino al 30 aprile, limite di due persone per andare a trovare a casa parenti o amici una volta al giorno. 

 

Speranza nel suo intervento con le regioni ha sottolineato come «i dati europei siano in significativo peggioramento», si apprende da fonti accreditate. «La situazione - ha aggiunto Speranza- non può essere sottovalutata. Lavoriamo insieme tempestivamente ad anticipare le restrizioni per evitare una nuova forte ondata». L'introduzione della zona bianca è un «segnale per il futuro», ha poi aggiunto nel corso dell'incontro con le Regioni, i Comuni e le province. Nella zona bianca si entrerà in base ad una serie di condizioni: tre settimane di fila con un'incidenza sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti, Rt sotto l'1 e rischio basso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA