Covid, positivo e in quarantena cammina sul lungomare: «Mi schiarisco le idee, ho litigato con mia moglie»

Martedì 20 Aprile 2021 di Tito Di Persio
Covid, contagiato e in quarantena passeggia sul lungomare: «Ho litigato con mia moglie, mi schiarisco le idee»

Positivo al Covid-19, un 45enne di Mosciano Sant’Angelo (Teramo) sottoposto all'isolamento domiciliare fiduciario, viola domicilio, Comune e coprifuoco. Denunciato per epidemia colposa. Erano verso le 23 dell’altro ieri sera quando i militari della compagnia di Giulianova si sono visti un uomo passeggiare tranquillamente sul lungomare giuliese come se non ci fosse il coprifuoco.

A quel punto lo hanno fermato per chiedergli cosa ci facesse in giro a quell’ora. L’uomo, P.G., un 45enne di etnia Rom residente a Mosciano e noto alle forze dell’ordine, si è giustificato dicendo che aveva bisogno di prendere un po' d’aria e schiarirsi le idee, perché aveva discusso con la consorte. Ma i carabinieri quando inseriscono i suoi dati sul terminale si accorgono che l’uomo da una quindicina di giorni era positivo al virus e soggetto a quarantena. Per lui non è scattata la sanzione delle 400 euro, ma una denuncia a piede libero per epidemia colposa. 

 

LEGGI ANCHE

Marche, microzone rosse Covid in cinque comuni: ecco chi è dentro o fuori per un solo contagio

LEGGI ANCHE

Covid, le Marche con i dati strappano il pass per la zona gialla. Ecco perché la Regione ha le carte in regola per il cambio di colore

© RIPRODUZIONE RISERVATA