Covid, l'Abruzzo sotto choc: è morta Sonia Pantoli, era architetto e aveva solo 31 anni

Sabato 27 Marzo 2021
Covid, Abruzzo choc: morto l'architetto Sonia Pantoli. Aveva solo 31 anni

 

All’ospedale di Pescara il cuore di Sonia Pantoli, 31 anni, avezzanese di Paterno, architetto, ha smesso di battere dopo essere stata colpita dal Covid. Da qualche anno Sonia si era trasferita a Francavilla e aveva trovato lavoro presso la Proger spa, una società internazionale leader dell’expertise italiano nell’ambito del management e dell’ingegneria. Era appassionata di teatro. Anche i genitori e la sorella Gina, di qualche anno più grande di lei, l’avevano raggiunta.

 

 

Tutta la famiglia si era contagiata ma Sonia si era improvvisamente aggravata ed era stata ricoverata all’ospedale di Pescara. Sonia è una delle vittime più giovani in Abruzzo. I 31 anni li aveva compiuti da poco, il suo tampone forse era positivo già alla fine di febbraio ma la famiglia non si sarebbe mai immaginata questo tragico epilogo. I medici si interrogano ancora se il Covid sia stata la causa principale del decesso oppure abbia contribuito insieme alla patologia di cui soffriva. Ma la sua storia parte dal padre che scopre di essere positivo, poi il tampone a tutta la famiglia. Per Sonia comincia la lunga attesa per il risultato che sembra non arrivare mai ma poi arriva l’esito positivo.

Il Covid porta via una giovane donna Quelle notizie che non vorresti mai scrivere, in questi tempi già cupi e tristi,...

Pubblicato da Radio Stella Avezzano su Venerdì 26 marzo 2021

 

 

Arriva la febbre alta e contattata il medico di famiglia e poi segue la strada del ricovero all’ospedale di Pescara. Da quel momento per Sonia la situazione è peggiorata drasticamente. «La triste notizia della prematura scomparsa di Sonia ci addolora e commuove profondamente. Ci stringiamo con affetto al dolore di Gina e della sua famiglia. A loro giungano le più sentite condoglianze del Partito democratico».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA