Covid in Gran Bretagna, le nuove restrizioni: smart working e ristoranti chiusi alle 22

Martedì 22 Settembre 2020

LONDRA - Nuove restrizioni per affrontare la seconda ondata di Covid-19. In un discorso al parlamento questa mattina (alle 11.30 Gmt, le 13.30 in Italia) e poi alla nazione alle 1900 Gmt, il primo ministro britannico Boris Johnson chiederà agli inglesi di lavorare da casa, se possibile, e imporrà nuove restrizioni a pub, bar e ristoranti. «Sappiamo che non sarà facile, ma dobbiamo intraprendere ulteriori azioni per controllare la recrudescenza nei casi del virus», dirà Johnson, secondo alcuni estratti delle sue osservazioni distribuite dal suo ufficio di Downing Street. Il settore della ristorazione sarà limitato al solo servizio al tavolo e i pub, bar, ristoranti e altri luoghi di ospitalità in tutta l'Inghilterra dovranno chiudere alle 22.

LEGGI ANCHE:

«Tamponi anti Covid rapidi in 3 minuti»: l'annuncio in pompa magna. Ma era tutto un bluff

Una delle cose che sottolineeremo è che se è possibile per le persone lavorare da casa, le incoraggeremo a farlo», ha detto a Sky News TV il ministro dell'Ufficio governativo Michael Gove. «Sono passi verso cui eravamo riluttanti ma sono assolutamente necessari perchè, come ci è stato segnalato, il tasso di infezione è in aumento, il numero di persone che vanno in ospedale è in aumento, quindi abbiamo bisogno agire» ha detto Gove. Resteranno aperte le scuole, cautela sullo sport. 

Ultimo aggiornamento: 12:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA