Zangrillo rilancia: «A fine mese addio alle mascherine. I positivi al Covid non sono malati»

Venerdì 19 Giugno 2020
Zangrillo rilancia: «A fine mese addio alle mascherine. I positivi al Covid non sono malati»

Per quanto tempo ancora dovremo indossare la mascherina? Secondo Alberto Zangrillo, medico storico di Silvio Berlusconi e primario di anestesia e rianimazione del San Raffaele, ancora per poco. «Il lockdown è stato efficace, anche se drammatico per l'economia. Il distanziamento intelligente è una buona misura. Ma se continueremo a comportarci bene, se seguiremo le norme igieniche che ben conosciamo, sono certo di una cosa: a fine mese, almeno all'aperto, faremo a meno delle mascherine».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, i cluster "cugini" di Morrovalle e Hotel House tolgono i "contagi zero" alle Marche

In un'intervista al QN Zangrillo, che nelle scorse settimane si era scontrato con altri colleghi per la sua dichiarazione sul virus che «clinicamente non esiste più», ha detto: «Il Covid-19 c'è ancora, non è mutato, ma l'interazione virus-ospite non dà più la malattia. I tamponi più recenti hanno mostrato una carica virale di gran lunga attenuata rispetto ai prelievi di uno-due mesi fa», evidenzia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus all'angolo: nessun nuovo contagio nelle marche nelle ultime 24 ore/ I test effettuati in tutta Italia in tempo reale

Secondo Zangrillo «è ora di ribadire una cosa: un paziente positivo non è malato. E il numero giornaliero dei contagi non ingrossa le fila dei malati. Punto». «Gli italiani sono già stati terrorizzati abbastanza. E soprattutto disinformati. Ciò malgrado hanno saputo capire: ora diciamogli le cose come stanno», afferma Zangrillo. «Certo è essenziale che si comportino con la diligenza del buon padre di famiglia, per usare le parole del codice civile. Le precauzioni devono restare». 

Ultimo aggiornamento: 13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA