Il figlio è trapiantato, mamma chiede distanze in spiaggia, aggredita da due turiste: «Il coronavirus non esiste»

Mercoledì 5 Agosto 2020
Il figlio è trapiantato, mamma chiede distanze in spiaggia, aggredita da due turiste: «Il coronavirus non esiste»

Chiede di mantenere le distanze di sicurezza per il figlio malato e viene aggredita. Una mamma è stata aggredita, verbalmente, da due turiste e della costa apuana, in Toscana, dopo aver chiesto di mantenere le distanze in spiaggia, secondo la procedura anti covid, per la tutela della salute del figlio che da poco ha subito un trapianto.

LEGGI ANCHE:
Incappucciato con tanica e accendino cerca di incendiare una gelateria: fiamme spente da un ragazzo

Sassocorvaro, tragedia sul lavoro, muore travolto nell'area aziendale

Secondo quanto riporta Il Tirreno le turiste hanno aggredito la mamma affermando: «Il Covid non esiste: niente distanze. Se tuo figlio è malato tienitelo in casa». Vedendo la signora in difficoltà alcuni presenti sono intervenuti per aiutarla. Pare che le donne volessero spostarsi all'ombra vicino alla donna con il suo bambino, a quel punto però la mamma ha chiesto che venissero mantenute le distanze, spiegando che il figlio aveva subito un trapianto ed era un soggetto fragile, ma le turiste sono andate su tutte le furie aggredendola. 

Ultimo aggiornamento: 17:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento