Coronavirus, allarme anche per i bambini: «Grave sindrome infiammatoria». L'avviso inviato ai medici

Lunedì 27 Aprile 2020
Coronavirus, allarme bambini: «Grave sindrome infiammatoria». L'avviso inviato a tutti i medici

LONDRA - Allarme per i bambini in pandemia di coronavirus: insieme a febbre, polmonite e difficoltà respiratorie, nel Regno Unito sembrerebbe emergere, correlata al Covid, una grave sindrome infiammatoria nei bambini. Lo scrive la rivista specializzata Health Service Journal, che ha visionato un allarme urgente inviato ai medici di medicina generale: avviso inviato prima nel Nord di Londra, poi ad un gruppo più ampio, infine confermato da un «avviso urgente» emesso dalla Pediatric Intensive Care Society.
Nelle «ultime 3 settimane - riferisce l'alart - c'è stato un evidente aumento del numero di bambini di tutte le età che presentano uno stato infiammatorio multisistemico che richiede cure intensive in tutta Londra e anche in altre regioni del Regno Unito». Inoltre «vi è una crescente preoccupazione - aggiunge l'alert - che una sindrome infiammatoria correlata» a Covid-19 «stia emergendo nei bambini nel Regno Unito, o che possa esserci un altro patogeno infettivo, non ancora identificato, associato a questi casi». 

LEGGI ANCHE:
Decreto ripartenza nel dettaglio: cosa e come si può fare e da quando. Nessuna parola sulle palestre

Coronavirus, 16 nuovi positivi nelle Marche: non erano così pochi dal primo marzo. Ma calano i tamponi


Finora non si sa molto di questo problema, né di quanto sia stato diffuso, ma «si ritiene - riferisce Hsj - che il numero assoluto di bambini colpiti sia molto piccolo, secondo fonti pediatriche». La sindrome «ha le caratteristiche di Covid-19 grave, ma per il resto ci sono stati relativamente pochi casi di effetti gravi o decessi per coronavirus nei bambini. Alcuni dei bambini sono risultati positivi per Covid-19, e alcuni sembrano aver avuto il virus in passato, ma altri no», continua la rivista. Resta il fatto che «molti meno bambini rispetto agli adulti abbiano avuto forme gravi» o siano morti a causa del virus.

L'allerta per i medici di medicina generale invita a «segnalare urgentemente i bambini che presentano questi sintomi». I casi «hanno in comune caratteristiche sovrapposte di sindrome da shock tossico e malattia atipica di Kawasaki con parametri ematici coerenti con grave Covid-19 nei bambini. Il dolore addominale e i sintomi gastrointestinali sono una caratteristica comune, così come l'infiammazione cardiaca. Questo» problema «è stato osservato nei bambini con infezione da Sars-CoV-2 confermata positiva per Pcr» proteina C reattiva «e nei bambini con Pcr negativa. Sono state anche osservate prove sierologiche di possibili precedenti infezioni da Sars-CoV-2».


PEDIATRA VILLANI: MONITORIAMO I BIMBI Se in Gran Bretagna è arrivato un alert per i medici di medicina generale relativo a una misteriosa sindrome infiammatoria che sembra colpire i bambini e potrebbe essere correlata a Covid-19, «anche nel nostro Paese è attivo un monitoraggio di tutte le manifestazioni insolite a carico dei bambini
»: ad affermarlo all'Adnkronos Salute è Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria (Sip) e componente del Comitato tecnico scientifico.

«Un gruppo di studio, ad esempio, sta conducendo un approfondimento su problematiche di tipo reumatologico, mentre altri stanno studiano manifestazioni dermatologiche a carico delle estremità. Al momento non c'è nulla di dimostrato, ma c'è la massima attenzione», dice Villani. Finora si è detto che Covid-19 sembra colpire in modo meno aggressivo i bambini, «ma questo non vuol dire non monitorare attentamente le manifestazioni del virus nei piccoli pazienti. La Sip è molto attenta e invita a segnalare eventuali problematiche che potrebbero avere un collegamento con Covid-19».

Ultimo aggiornamento: 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA