Coronavirus, medico e pazienti contagiati: l'ospedale di Teramo chiude alle visite

Sabato 26 Settembre 2020
Coronavirus, medico e pazienti contagiati: l'ospedale di Teramo chiude alle visite

Picco di contagi nel teramano, venti nella sola giornata di ieri. Tra loro anche un medico dell’otorinolaringoiatria dell’ospedale Mazzini di Teramo e sei pazienti: uno di neurologia e cinque in dialisi (tre di loro nell’ospedale a Giulianova) hanno contratto il Coronavirus. In piu’ ci sono altre 18 persone, che riguardano il personale scolastico, positivo al test sierologico. La Asl di Teramo ha deciso di chiudere l'accesso del Mazzini ai familiari dei degenti per logiche di prevenzione anti covid-19. La misura restrittiva d’altronde era nell’aria dopo la conferenza stampa che si è tenuta lunedì scorso nel nosocomio teramano con tanto di appello accorato alla responsabilità personale, lanciato dal dottor Pierluigi Tarquini, responsabile di Malattie Infettive all’ospedale di Teramo, dal direttore generale Maurizio Di Giosia e dal sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto. purtroppo inascoltato. Il reparto di malattie infettive, infatti, si è di nuovo riempito per una recrudescenza di contagi da Coronavirus che, negli ultimi giorni, sta decisamente crescendo. Al momento ci sono 14 pazienti ricoverati, tutti con polmonite, ma se nei giorni scorsi i contagi erano riconducibili a cluster familiari e contatti avvenuti in occasione di feste e incontri durante la movida, stanno crescendo i pazienti che non hanno davvero idea di come abbiano potuto contrarre la malattia.

LEGGI ANCHE:

Nelle Marche aumentano i positivi Covid con sintomi, ma scendono i ricoverati in terapia intensiva

Ultimo aggiornamento: 09:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA