Coronavirus, il virologo Burioni a “Che tempo che fa”: «Per fase 2 servono tamponi, mascherine e app per tracciare i cellulari»

Domenica 12 Aprile 2020
Coronavirus, Burioni a 'Che tempo che fa': «Per fase 2 servono tamponi, mascherine e app per tracciare i cellulari»

Coronavirus, il virologo Roberto Burioni a 'Che tempo che fa': «Per fase 2 servono tamponi, mascherine e app per tracciare i cellulari». Mascherine, dunque, e poi tamponi e app per il tracciamento dei cellulari. Sono questi gli strumenti che permetteranno agli italiani entrare in sicurezza nella fase 2 dell'emergenza del Coronavirus.

«Quello che noi stiamo imparando da questo virus è che la contagiosità è molto superiore a quella che pensavamo e molta viene da persone che non hanno sintomi quindi tutti dobbiamo considerarci malati, tutti potremmo essere infettivi» dice il virologo Roberto Burioni intervenendo a 'Che tempo che fa' di Fabio Fazio. «Per questo quando usciremo, tutti dovremo portare le mascherine. E su questo dobbiamo cominciare a prepararci» ha aggiunto. Inoltre «serve fare tamponi, tantissimi test, perché questa malattia può durare anche un mese. E poi - sottolinea il virologo - servono le app per tracciare tutti i contatti».



 



 

 

Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 09:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA