Coronavirus, morto il ristoratore e attivista Claudio Bretti: aveva 52 anni

Domenica 17 Gennaio 2021
Coronavirus, morto il ristoratore e attivista Claudio Bretti: aveva 52 anni

Giulianova, morto per coronavirus Claudio Bretti. Aveva appena 52 anni, risiedeva ad Alba Adriatica con la moglie ma da un anno aveva preso in gestione il ristorante-pizzeria “Il Ragno” che gestiva in via Mantova adiacente al campeggio della famiglia Ragni. Bretti era anche un esponente regionale dell’associazione che si batteva per la tutela delle partite Iva chiamata “Movimento orgoglio partite Iva” e per questo un mese fa aveva organizzato una manifestazione di protesta con altri commercianti davanti alla sede dell’Agenzia delle entrate di via Turati davanti alla quale aveva ostentato un cartello con su scritto. “Miseria e disperazione, ciò che resta di questa nazione”.

Era una grande appassionato di biciclette e sulla sua pagina facebook, accanto ad immagini di bici nuove e fiammanti ce n’è una abbastanza datata che però porta con sé un bagaglio importante, il vaccino della Pfizer sopra alla quale aveva scritto: «Ci siamo prime consegne del vaccino in Italia», un segno di speranza o di premonizione. Era il 18 dicembre ed alla vigilia di Natale venne colpito dal male e ricoverato per poi essere trasferito in rianimazione assalito dal Covid e le radiografie avevano scoperto anche un enfisema polmonare silente che fece precipitare la situazione e ieri mattina è morto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA